Atp Madrid - Finisce la favola di Vavassori: vince Medvedev. Ko Cecchinato

Vavassori non scardina il muro russo, che nel secondo set sale di livello e chiude il match

by Martina Sessa
SHARE
Atp Madrid - Finisce la favola di Vavassori: vince Medvedev. Ko Cecchinato

Cade Andrea Vavassori nel secondo turno del Mutua Madrid Open. Dopo la grande vittoria contro Andy Murray, non riesce a ripetersi contro un altro ex numero uno del mondo, Daniil Medvedev: vince il russo per due set a zero, con il risultato di 6-4, 6-3.

Il tennista azzurro gioca alla pari con il campione Slam per la prima mezz’ora di gioco, affidandosi alle sue armi principali. Sul 5-4 a favore di Medvedev, cambio qualcosa: la tensione e la mancanza di prima fanno tremare Vavassori.

Se a questo si aggiungono due ottime risposte del numero tre del mondo, ecco servito il break, che concede il set a Medvedev. A questo punto, la testa di serie sale in cattedra e alza il livello del suo gioco: a differenza di Vavassori, reo anche di alcuni errori soprattutto a rete, il russo è ovunque e arriva su qualsiasi colpo.

Nel quarto game, il numero 164 del mondo si immola per salvare due palla break, ma l’equilibrio si rompe di nuovo all’ultimo: nell’ottavo game, il russo strappa il servizio a zero e non sbaglia quando va a servire per il match.

Cecchinato lotta ma perde

Sconfitta anche per Marco Cecchinato: vince Alex De Minaur in due set, con il risultato di 6-4, 7-6. Il primo set inizia subito con delle difficoltà: nel terzo game, prima palla break per l’australiano, che non si lascia sfuggire la possibilità.

Cecchinato non molla e si porta sul 40-0 sul servizio dell’avversario, bravo però a non mollare la presa e recuperare, garantendosi un 5-3 utile per portarsi alla chiusura di set. Qui non sbaglia e la testa di serie si porta al successivo parziale con fiducia.

Nel secondo set, invece, c’è molto più equilibrio: sbagliano tanto entrambi, ma riescono a mantenere entrambi il servizio. Cecchinato incanta, De Minaur è solido: è così che si arriva al tiebreak.

Stessa trama che si segue fino al 2-2, quando poi l'azzurro si rende protagonista di un errore grave in una volee bassa che regala il mini break all'australiano. Recupera subito il semifinalista del Roland Garros, ma l'errore arriva proprio sul match point per l'australiano, con un errore di rovescio. Photo credits: Getty Images

Atp Madrid
SHARE