Holger Rune è sicuro: "Sono al 60% del mio potenziale"

Il tennista danese si è presentato così in vista del secondo 1000 della stagione

by Giuseppe Di Lauro
SHARE
Holger Rune è sicuro: "Sono al 60% del mio potenziale"

Holger Rune dopo l’eliminazione al terzo turno contro Stan Wawrinka ad Indian Wells è pronto per fare il proprio debutto al secondo 1000 della stagione in quel di Miami. Il giovane tennista scandinavo nella giornata dedicata ai media ha parlato delle sue sensazioni circa il suo potenziale con l’obiettivo prossimo o futuro di vincere anche questo master americano “Il Miami Open è senza dubbio uno degli eventi più importanti” -debutta nell’intervista Rune- “Uno di quelli che mi piacerebbe vincere in futuro e in più si svolge in una città che amo, quindi non vedo l'ora di iniziare a giocare il mio primo match”.

Sulle condizioni del campo tra Miami e Indian Wells "Indian Wells è un luogo davvero magico, mi diverto sempre ad andarci, anche se le condizioni sono un po' diverse, come è normale che sia considerando che si gioca in mezzo al deserto.

Personalmente, amo queste condizioni, anche per il modo in cui i tifosi si presentano, e tutto ciò crea un'atmosfera spettacolare". Sulla partita controversa contro Wawrinka "Da parte mia, onestamente, non mi porto via molto da quel match.

So di non aver giocato affatto bene, ma onore a Stan per avermi battuto. Devo capire che ci saranno giorni in cui dovrò giocare questo tipo di partite, quindi devo imparare a gestirle meglio in modo che non mi succeda più, anche per voltare pagina il prima possibile e concentrarmi sul prossimo obiettivo, che in questo caso è il Miami Open.

Le sessioni di allenamento qui stanno andando molto bene, quindi mi vedo pronto a scendere in campo e a divertirmi".

Holger Rune parla del proprio potenziale

Sulla sua crescita tennistica "Vedo che sto crescendo sotto ogni aspetto, ho ancora 19 anni e so di avere ancora molto da imparare, per fortuna.

La carriera tennistica è un percorso molto lungo in cui bisogna migliorare ogni giorno piccoli dettagli, quindi spero che questa prospettiva mi aiuti molto in futuro. Se mi chiedete ora, penso di essere al 60% del mio potenziale, il fatto che abbia 19 anni mi fa pensare che ho ancora molto da imparare, sono lontano dall'essere un veterano.

Questo a volte può essere un po' frustrante, ma mi tengo le cose positive, come il fatto che a quest'età sono già n. 8 al mondo e sto ancora evolvendo gradualmente”. Holger Rune debutterà in questo torneo al secondo turno contro Martin Fucsovics.

Holger Rune
SHARE