Paolo Bertolucci sbotta: "Il dubbio che Alcaraz sia meglio di Sinner non vi sfiora?"



by GENNARO DI GIOVANNI

Paolo Bertolucci sbotta: "Il dubbio che Alcaraz sia meglio di Sinner non vi sfiora?"

Carlos Alcaraz ha scritto ieri un’altra pagina importante di Tennis. Con il successo ad Indian Wells, polverizzando in finale Daniil Medvedev, lo spagnolo ha riconquistato anche lo scettro di numero uno al mondo. Un risultato straordinario per un ragazzo, che ad appena 19 anni è riuscito a mettere in bacheca già tre Masters 1000 (Miami, Madrid, e appunto il torneo californiano) e uno Slam, l’Us Open.

Un futuro chiaramente luminoso quello che si prospetta per il tennista di El Palmar, che ha forse nell’immediato un solo grande avversario capace di essergli superiore, Novak Djokovic. Tra i due al momento c’è stato un solo precedente, che ha visto la vittoria di Alcaraz a Madrid sulla terra battuta.

La curiosità di tutti è vedere una sfida tra i due migliori del ranking Atp in uno Major, palcoscenico nel quale il serbo da sempre si esprime al massimo. Guardando al futuro invece, uno dei possibili antagonisti più accreditati a rendere la vita difficile allo spagnolo è il nostro Jannik Sinner, che a fronte di tre sconfitte (di cui l’ultima proprio in semifinale ad Indian Wells) è riuscito a imporsi anche due volte nei confronti del suo quasi coetaneo.

Una sfida generazionale che ha sempre regalato fin qui match combattutissimi, che hanno regalato al pubblico grande spettacolo. L’azzurro però pur avendo avuto fin qui un’ottima carriera, con i quarti di finale raggiunti in tutti e 4 gli Slam e i 7 tornei vinti (di cui il 500 di Washington) non riesce a tenere il passo di Alcaraz.

E’ di questo parere anche l’ex giocatore, ora telecronista televisivo Paolo Bertolucci, che su Twitter ha risposto in maniera piuttosto piccata ad alcuni tifosi che gli imputavano di essere troppo generoso di complimenti nei confronti del neo numero uno “Ma il dubbio che @janniksin abbia perso da un giocatore più forte destinato a primeggiare nel circuito non vi sfiora?” ha scritto l’ex campione italiano.

Al quale ha fatto seguito un altro tweet piuttosto ironico: “Hai ragione.

Tessere le lodi a un diciannovenne n. 1 o 2 del mondo è inopportuno. Meglio esaltare un trentenne n. 70”. in risposta a un commento provocatorio di un tifoso

I due tennisti, che non hanno mai nascosto la stima reciproca avranno l’occasione di aggiungere un nuovo capitolo alla loro sfida a Miami, torneo che vede il campione in carica Alcaraz, finalmente privo di acciacchi fisici che ne hanno condizionato la prima parte di stagione, voglioso di confermarsi e di bissare il successo dello scorso anno Photo Credit: Getty Images

Paolo Bertolucci Alcaraz