Shapovalov: "Senza mia madre non sarei tennista. Lei non veniva presa sul serio"

Il tennista canadese si è confidato in una lunga intervista

by Giuseppe Di Lauro
SHARE
Shapovalov: "Senza mia madre non sarei tennista. Lei non veniva presa sul serio"

Denis Shapovalov in occasione della giornata Internazionale della Donna, ha rilasciato un’interessante intervista a “The Players Tribune” parlando della madre. Il talentuoso tennista canadese ha raccontato di aver cominciato a praticare questo sport solo grazie alla sua madre Tess, ex giocatrice ed allenatrice.

Il 23enne ha cominciato a praticare questo sport alla tenera età di cinque anni in un country club di Richmond Hill a Toronto dove sua mamma era l’allenatrice. "Quando avevo 10 anni, la federazione canadese di tennis mi ha invitato a un programma di allenamento nazionale” - debutta nell’intervista Denis Shapovalov- “Purtroppo, io e mia madre abbiamo pensato che gli allenatori non facessero il giusto lavoro.

Ogni volta che lei diceva loro qualcosa sul mio modo di giocare, loro la ignoravano. Non accettavano i suoi consigli. Era completamente inutile. Dopo un paio di mesi, i miei risultati stavano ovviamente peggiorando e abbiamo deciso che dovevamo andarcene”.

Il canadese ricorda ancora quei momenti “Ripensarci adesso fa davvero schifo” -prosegue utilizzando parole forti- "Era un'ex giocatrice della nazionale sovietica. Aveva vinto campionati nazionali. Aveva chiaramente allenato un giocatore di talento e conosceva il mio gioco meglio di chiunque altro.

Allora perché nessuno le dava retta? Perché non veniva presa sul serio? Forse perché era una donna? Senza mia madre, le mie possibilità di diventare professionista sarebbero state pari a zero”.

La madre fondamentale per quello che è diventato come tennista

Shapovalov ha anche dichiarato che sua madre ha dedicato la sua vita da adulta ad allenarlo "Quando mia madre giocava in Unione Sovietica, sentiva di non avere l'opportunità di esprimere il suo potenziale a causa dei soldi.

Così ha dedicato la sua vita da grande a darmi questa possibilità. Quando ho lasciato il programma canadese, ha affittato un magazzino e ci ha messo due campi da gioco. Questa era la mia nuova accademia”. Denis Shapovalov sapeva che sua madre si era lanciata in un'impresa rischiosa, ma ha riconosciuto la sua intelligenza nell'investire tempo e denaro nella sua carriera.

"Era molto rischioso per lei dal punto di vista finanziario, ma voleva costruire un posto dove potessi sviluppare il mio gioco. Ha invitato i migliori giocatori che conosceva nella zona e ha iniziato ad allenarci. Tutti i soldi che l'accademia guadagnava andavano a pagare le mie spese.

Questa è mia madre. È così forte, intelligente e premurosa. Senza di lei, le mie possibilità di diventare professionista sarebbero state pari a zero", ha concluso il tennista nordamericano che in questo 2023 proverà a risalire la china, partendo proprio da Indian Wells.

SHARE