Atp Dubai - Djokovic ritorna alla normalità e vola ai quarti. Facile anche Medvedev

Dopo il giro sulle montagne russe al primo turno, il fenomeno serbo ritorna a una situazione di tranquillità contro Griekspoor. Quattordicesimo successo consecutivo in stagione e quarti di finale a Dubai

by Perri Giorgio
SHARE
Atp Dubai - Djokovic ritorna alla normalità e vola ai quarti. Facile anche Medvedev

Diventano quattordici le vittorie consecutive di Novak Djokovic in stagione. Diciannove nel complesso. Dopo il complicatissimo esordio con Tomas Machac, capace di acciuffare addirittura il tie break del terzo set, il numero uno del mondo ritorna prevalentemente alla normalità contro Tallon Griekspoor.

Anche se la parte finale del match è condita da un game-fiume (il quarto, da trentaquattro punti totali) e anche da un momento di distrazione da parte del serbo, che non sfrutta immediatamente un vantaggio di 6-2 5-0 e che manca anche una manciata di match point nel sesto game.

Il tennista olandese, che recupera uno dei break di svantaggio e che muove il punteggio complessivamente in tre occasione, poco può sul 6-2 5-3. Da registrare evidentemente una prestazione ai limiti della perfezione da parte del due volte campione del torneo in risposta, anche se il 4/16 sulle palle break potrebbe in qualche modo ingannare.

Per Djokovic ai quarti di finale la potenziale sfida con Hubert Hurkacz, che chiuderà il programma del day-4 a Dubai contro il russo Kotov. Reduce parallelamente dalla vittoria contro Alexey Popyrin al primo turno. Non apporta particolari modifiche al copione neanche Daniil Medvedev, a caccia del tris dopo i successi a Rotterdam e Doha.

Il tennista russo nella non-banale sfida contro un ritrovato Alexandr Bublik - che ha ormai interrotto l'emorragia di sconfitte e si è rilanciato verso piani decisamente più conosciuti - spalma in maniera sostanzialmente tre break a cavallo tra i due set e dilaga nel finale fissando il successo sul 6-4 6-2 dopo poco meno di novanta minuti di gioco.

Il russo tocca così quota undici successi consecutivi e quindici complessivi in stagione. Meglio al momento ha fatto solamente Cameron Norrie, che come Carlos Alcaraz ha optato per il forfait dal '500' di Dubai dopo la massacrante parentesi sulla terra sudamericana.

Sul cammino del numero tre del seeding Borna Coric per una sfida decisamente affascinante. Si rivela legittimamente piena di colpi di scena la sfida tra il croato e Thanasi Kokkinakis, che cede proprio a un passo dal jeu decisif nel terzo set a circa cinque minuti di gioco dalle tre ore. Photo Credit: Getty Images

Atp Dubai
SHARE