Atp Montpellier - Sinner non manca l'appuntamento con la finale. Battuto Fils

Dopo il derby con Sonego, la vittoria con Fils. Ottava finale nel circuito maggiore per il talento altoatesino che affronterà il vincente della sfida tra Cressy e Rune

by Perri Giorgio
SHARE
Atp Montpellier - Sinner non manca l'appuntamento con la finale. Battuto Fils

Dal forfait di Fucsovics passando per il successo nel derby con Sonego. Jannik Sinner a Montpellier fa quello che deve fare. Se non altro mantiene le logiche del ranking e raggiunge la finale, la numero otto in carriera. Il numero due del seeding contro la rivelazione assoluta della settimana, Arthur Fils, ha bisogno comunque di un set per prendere le misure ed evidentemente dilagare nel punteggio.

Emblematico il 7-5 6-2 che matura dopo una novantina di minuti di gioco. Sinner mantiene tra le altre cose anche una straordinaria percentuale di successi contro i giocatori fuori dalla Top 50 (41-3) e contro i tennisi francesi (17-5).

Ad attenderlo presumibilmente in finale Holger Rune, chiamato comunque prima a superare l'ostacolo Maxime Cressy.

La partita dura un set: Sinner in finale

Sinner flirta con il break nel primo game, ma non sfrutta quattro chance per il vantaggio.

Anche se poit tiene i successivi quattro turni di battuta senza concedere punti. Fils sul 4-4 si cava fuori dai guai sul 30-30 con una splendida soluzione di dritto che bacia la riga e mantiene la testa della corsa. Sinner, che non aveva appunto mai avuto problemi con la battuta a disposizione, si trova costretto a cancellare un set point, ma trova anche il vincente con il rovescio sul 40-40 - grazie anche al piano tattico estremamente difensivista del tennista francese - ma soprattutto il 5-5 dopo un'altra manciata di parità.

Sinner alza i giri del motore e approfitta sul 40-30 Fils di un doppio fallo per rimettersi in carreggiata. Il tennista altoatesino vince di pura esperienza i due successivi quindici e ai piedi del jeu decisif spezza i delicatissimi equilibri della sfida.

Il secondo set è un contorno del tutto necessario, con Sinner che prende il totale controllo della situazione e che ovviamente meno responsabilizzato dalla situazione di punteggio lascia andare con più scioltezza i colpi.

Soprattutto il dritto, che gli frutta il break in avvio. Sinner assesta una seconda spallata al set alla seconda opportunità utile e schizza sul 4-0 grazie a un turno di battuta praticamente povero di sbavature. Poveri di macchie anche gli ultimi due turni di battuta. Photo Credit: Getty Images

SHARE