Atp Adelaide 1 - Sonego, ritiro e rimpianti. Buona la prima per Djokovic e Sinner

Sonego spreca nove set point nel primo set e si ritira poi nel secondo per un problema alla mano. Tutto facile invece per Djokovic e Sinner

by Perri Giorgio
SHARE
Atp Adelaide 1 - Sonego, ritiro e rimpianti. Buona la prima per Djokovic e Sinner

Inizia con una vittoria il 2023 di Jannik Sinner. Chiamato alla non complicatissima sfida contro il redivivo Kyle Edmund, costretto a convivere con una marea di problemi fisici e a ancora non a pieno regime nel circuito maggiore, il numero uno azzurro ad Adelaide fa quello che deve fare: conservare energie e lanciare un segnale.

Ci riesce, manco a dirlo, in poco più di sessanta minuti di gioco grazie a un match straordinariamente ordinato che sigilla con un nettissimo 6-3 6-2. Il talento azzurro, che serve bene e domina la faccenda da fondocampo, supera quindi il primo test in stagione e si piazza nella parte di tabellone di quello che nell'intervista a bordocampo a definito 'home hero' e cioè Thanasi Kokkinakis.

Dopo uno splendido primo set, che perde solamente al tie break tra mille rimpianti, il povero Lorenzo Sonego contro Daniil Medvedev è costretto ad alzare bandiera bianca per un problema alla mano. Più di qualche recrmininazione per il tennista azzurro, che spreca complessivamente nove set point (!) a cavallo tra il decimo e il dodicesimo game prima di concedersi sul 6-6 all'esperienza dell'ex numero uno del mondo, che trova la quadra dopo quasi un'ora.

Poi dopo uno scambio di break in avvio di secondo set, 'Sonny' causa anche crampi alla mano è stato costretto a lasciare anzitempi il campo e a lasciare al tennista russo il pass per il secondo turno. Ad attenderlo al secondo turno del '250' di Adelaide 1 il serbo Miomir Kecmanovic, che parallelamente si sbarazza con un doppio 6-4 di O'Connell.Novak Djokovic riparte da una vittoria.

Strano, vero? Nel non-test con Lestienne, il primo della stagione, il fenomeno serbo gioca la partita che deve giocare. Assolutamente povera di grattacapi e straordinariamente ordinata la questione per 'Nole' che in apertura di giornata sul campo centrale di Adelaide fa sostanzialmente quello che vuole.

Lascia francamente poco spazio alle interpretazioni il 6-3 6-2 che griffa in poco più di settanta minuti di gioco e che articola concedendo appena due palle break prima di spezzare gli equilibri nel corso del primo set.

Ad attenderlo al secondo turno un altro impegno a bocce completamente ferme piuttosto morbido: Quentin Halys. Da registrare ad Auckland la beffarda sconfitta di Elisabetta Cocciaretto, che dopo tre ore di gioco e ai piedi del tie break nel terzo set si arrende ad Anna Blinkova.

SHARE