Edmund: "Al supermercato un episodio che mi ha scioccato. E sul futuro..."



by   |  LETTURE 2202

Edmund: "Al supermercato un episodio che mi ha scioccato. E sul futuro..."

Fino a un paio d’anni fa Kyle Edmund era uno dei prospetti mondiali più interessanti. Il tennista britannico, infatti, nell’ottobre del 2018 era riuscito a raggiungere il suo best ranking, ovvero la posizione numero 14 al mondo all’età di 23 anni.

Da quel momento in poi, però, Edmund ha avuto un lento declino cominciato dopo l’intervento chirurgico al ginocchio sinistro nel 2019 che è stato l’inizio di un calvario durato per ben due anni dove ha subito un’ulteriore operazione.

In un’intervista che ha concesso al Daily Mail, il tennista britannico ha cominciato parlando di un episodio che gli è accaduto un anno fa circa in un supermercato "Una donna si è avvicinata e mi ha chiesto se fossi Kyle Edmund, il tennista.

Le ho risposto di sì e lei ha detto che pensava che fossi andato in pensione. È stato un evento che mi ha scioccato e mi ha ricordato quanto tempo sono stato fuori dal campo. È stata molto gentile e non mi sono arrabbiato, mi ha solo mostrato la realtà.

È stato il momento in cui ho toccato il fondo, seduto a casa a pensare a cosa sarebbe successo”. Edmund ha cominciato poi ad avere buone sensazioni nella Nottingham Pro League, una competizione nazionale in Gran Bretagna che lo ha visto trionfare in ben cinque partite in una sola settimana ritrovando così la fiducia.

Successivamente il tennista nato in Sud Africa è stato a Dubai per il pre stagione e, grazie al ranking protetto, potrà disputare i primi turni del circuito principale.

L'obiettivo è di tornare ad essere competitivo

"Spero di poter rivivere tutto questo un giorno.

Cinque anni volano, anche se non mi sono sempre sentito così", dice Edmund, che comunque trae insegnamenti positivi da un infortunio “Mi ha dato una nuova prospettiva di vita. Non direi che prima ero ingrato, ma è quando senti che la tua carriera viene derubata che apprezzi l'essere uno sportivo.

In quel periodo mi sono interessato alla fotografia: ho comprato una macchina fotografica e ho iniziato a scattare foto e a imparare a modificarle. L'ho trovata molto interessante e d'ora in poi la utilizzerò nei miei viaggi”.

Infine un suo parare sull’infortunio che ha subito in passato "Ora devo fare attenzione a quanto carico metto sul ginocchio. Dubito fortemente che giocherò di nuovo 30 tornei in un anno, ma al momento sono soddisfatto della situazione del ginocchio.

Quando guardavo il tennis, davanti a tante persone, mi sembrava molto lontano... ora mi sembra un po' più vicino. Nel tennis non si ottiene nulla gratuitamente e spero di essere io a raggiungere un livello abbastanza buono per battere i migliori, come ho fatto quando ero nella top-20".