United Cup - Nadal inizia la stagione con un passo falso: ok Norrie. Ko anche Zverev

La stagione di Nadal parte con una sconfitta. Lo spagnolo, che manca più di fisico che di tennis, perde dopo quasi tre ore contro Norrie. Da registrare le vittorie di Dimitrov e Swiatek nel day-3 della United Cup

by Perri Giorgio
SHARE
United Cup - Nadal inizia la stagione con un passo falso: ok Norrie. Ko anche Zverev

Non inizia nella migliore della maniera la stagione di Rafa Nadal. O quanto meno, non inizia nella migliore delle maniere rispetto a quella precedente. Il fenomeno spagnolo, che aveva imbastito una serie di ventuno successi consecutivi, fermandosi sostanzialmente solo di fronte a un problema fisico a Indian Wells, nella prima sfida in United Cup contro il tignosissimo Cameron Norrie - che aveva sempre battuto piuttosto agevolmente nei quattro precedenti ufficiali - perde lo smalto fisicamente dopo un set e spicci praticamente perfetti.

Dimostrandosi ancora abbastanza lontano da una condizione fisica eccellente. Finisce 4-6 6-3 6-4 non comunque senza qualche recriminazioni per il ventidue volte campione Slam, che nel terzo set sciupa complessivamente tre palle break per rientrare in carreggiata.

Per il britannico arriva parallelamente la vittoria più prestigiosa in carriera, se non altro a livello di ranking, che vale alla squadra anche il punto del momentaneo 1-0 nella sfida. Nadal fa il Nadal per un set abbondante.

Serve bene, si muove bene, ma soprattutto dopo un'iniziale fase di studio spezza gli equilibri nel sesto gioco, cancella una palla per il controbreak nel game immediatamente successivo e alla prima opportunità utile mette la testa avanti.

Questo il preludio di un match completamente differente, con la regolarità del britannico che a poco a poco evidenzia le lacune del tennis dello spagnolo. Fisicamente non ancora al massimo. Insomma: Norrie, che elimina completamente gli errori dal progetto di giornata, proprio come Nadal assesta la spallata decisiva sul 3-2, cancella tre chance per il 4-3 e alla fine forza la questione al terzo.

Anche se ha bisogno di un game extra con il servizio.
Nella fase centrale del terzo set il livello si alza vertiginosamente. Norrie va avanti di un break, ma si ritrova a convivere con l'orgoglio di Nadal. Che apporta delle decise migliore al piano tattico e che soprattutto prova a rendersi più aggressivo soprattutto dal lato del rovescio.

Lo spagnolo, però, non sfrutta un vantaggio di 15-40 - poche in realtà le recriminazioni - rimane aggrappato ai vantaggi in una manciata di casi, ma alla fine rimane solamente in scia. Discorso sostanzialmente identico sul 4-3, con Norrie che sul 30-40 trova lo schema servizio-rovescio per cancellare a Nadal la possibilità di rimettersi in linea.

Del tutto circostanziale il resto, con il britannico che nel clutch-game chiude a zero. Da registrare nel day-3 il primo passo falso ufficiale del rientrante Alexander Zverev, che contro il 'Next Gen' Jiri Lehecka fa francamente poco.

La Repubblica Ceca chiude quindi sul 2-0 il primo giro grazie anche alla vittoria di Bouzkova ai danni di Niemieier. Parallelamente dopo la bruciante sconfitta contro Stefanos Tsitsipas all'esordio, il capitano-giocatore della Bulgaria (ovviamente Grigor Dimitrov) vince una partita gigante contro David Goffin.

Primo sorriso in stagione anche per Iga Swiatek, che riprende esattamente da dove aveva lasciato grazie al nettissimo 6-3 6-1 ai danni di Yulia Putinsteva.

SHARE