Stan Wawrinka parla già da capitano: "Non vedo l'ora. Sono sicuro che..."

La Svizzera è pronta a scendere in campo alla United Cup

by Giuseppe Di Lauro
SHARE
Stan Wawrinka parla già da capitano: "Non vedo l'ora. Sono sicuro che..."

La Svizzera è pronta a tuffarsi prepotentemente alla United Cup. La nazionale elvetica di tennis è pronta a scendere in campo e senza la sua guida principale Roger Federer che in questo 2022 ha ufficializzato il suo ritiro dal tennis.

Nel primo evento misto ufficiale dell’anno, la nazionale svizzera è considerata come una delle possibili vincitrici di questo torneo per via del fatto che si presenta ai nastri di partenza con una rosa di tutto rispetto.
Il capitano di questa squadra sarà Stan Wawrinka che scenderà anche in campo per uno dei match maschili del singolare.

Con lui ci saranno anche i duetennisti Marc Andrea Huesler e il promettente Dominic Stricker. “Penso che sia un modo davvero incredibile di iniziare l'anno, di potersi allenare qui e disputare partite. Inoltre, trovarsi per la prima volta in un formato misto è una novità per tutti o quasi.

Non vedo l'ora e credo che ci saranno delle belle partite". Questa sensazione di Huesler è simile a quella di tutti i membri della squadra, anche a quelli della WTA, che arrivano con il morale alle stelle dopo aver conquistato l'ultimo evento nazionale disputato, la Billie Jean King Cup.

In quel torneo si è distinta Belinda Bencic che sa come si fa a vincere avendolo fatto alla Hopman Cup con Roger Federer. "Sono molto entusiasta di rappresentare la squadra svizzera, è molto bello giocare un evento misto” -ha dichiarato Bencic.

“Per me è un grande onore giocare per il mio Paese. Sento che è una sensazione diversa quando entro in campo. Non gioco solo per me stesso. In qualche modo riesco a ottenere un po' di più da me stesso.

Forse perché sento che sto giocando per qualcosa di più grande di me”.

Stan Wawrinka non vede l'ora di tornare in campo

Infine ha detto la sua anche Stan Wawrinka, che per la prima volta nella sua carriera sarà capitano e dovrà gestire le sue emozioni e quelle dei suoi compagni di squadra:
”Sono sicuro che abbiamo giocatori straordinari.

Non hanno bisogno di molti consigli. Non vedo l'ora, come ho detto, di essere in questa squadra, di giocare, di iniziare la competizione, di parlare di tutto in generale. Penso di poter imparare molto anche da loro. Come si dice, è sempre speciale far parte di una squadra, soprattutto quando si rappresenta il proprio Paese. Voglio dare il meglio di me e fare bene. Spero di poter aiutare davvero la squadra”.

Stan Wawrinka
SHARE