MWTC - Rientro amarissimo per Alcaraz: tutto facile per Tsitsipas. Finale con Rublev

Al rientro dopo il problema all'addome, Alcaraz nel torneo d'esibizione di pre-stagione raccoglie tre game contro Tsitsi. Rublev si sbarazza di Ruud

by Perri Giorgio
SHARE
MWTC - Rientro amarissimo per Alcaraz: tutto facile per Tsitsipas. Finale con Rublev

Per sgrassare gli ingranaggi avrà ancora bisogno di un po' di tempo. Legittimamente, visti i risultati ottenuti nel corso della stagione, il primo Slam in carriera e la vetta del ranking. Nella parte finale, il problema all'addome che gli ha negato la possibilità di disputare le Atp Finals e la Davis Cup.

Nella sfida 'amichevole' e non ufficiale contro Andrey Rublev al Mubadala World Tennis Championships, sostanzialmente al rientro dopo poco più di un mese, Carlos Alcaraz fa quello che può. Poco, nella stragrande maggioranza dei casi.

Il numero uno del mondo, macchinoso nei movimenti e decisamente poco ficcante da fondocampo, subisce costantemente il pressing del russo da fondocampo e fa praticamente in tempo a smuovere solamente lo zero dalla casella dei game in due casi nella frazione inaugurale e solamente in un caso nel secondo set.

Poco da raccontare di un 6-2 6-1 che matura dopo poco più di un'ora di gioco e che vale al tennista russo la finale nella competizione.

Rublev: tutto facile contro Ruud e finale con Tsitsipas

Insomma: ad attendere il tennista russo domenica ci sarà parallelamente Stefanos Tsitsipas, che con modalità e tempi incredibilmente simili si sbarazza senza troppe difficoltà di Casper Ruud nel match centrale di giornata.

Contro la rivelazione totale della stagione venti-ventidue, a un passo dalla vetta del ranking e anche degli Us Open, 'Tsitsi' stravince. Poco più di un'ora anche per il talento greco, che interpreta la sfida in maniera perfetta e che serve con percentuali altissime.

Manco a dirlo scava un solco in avvio, vince la prima frazione con un rocciosissimo 6-2 e bissa l'operazione nel secondo. Ruud risente evidentemente ancora del finale di stagione piuttosto pesante, condito tra le altre cose anche dalla tournée sudamericana con Rafa Nadal.

La finalina per il quarto e quinto posto va a Cameron Norrie, che dopo un set piuttosto ordinato contro Borna Coric ha bisogno degli straordinari nel secondo. Anche se trova comunque armi sufficientemente valide per evitare il tie break e chiudere il secondo test della parentesi in Arabia con un 6-3 7-5. Photo Credit: Getty Images

Alcaraz
SHARE