Berrettini: clamoroso rientro in vista della semifinale di Davis Cup con il Canada?



by   |  LETTURE 1615

Berrettini: clamoroso rientro in vista della semifinale di Davis Cup con il Canada?


Vigilia di Italia-Canada, giorno di Croazia-Australia. La squadra di Filippo Volandri pensa al penultimo e potenziale avversario nelle Davis Cup Finals dopo il mezzo-miracolo contro gli Stati Uniti di Mardy Fish - francamente scellerato nelle scelte, soprattutto nelle convocazioni e nella programmazione del doppio - ma anche al riposo.

Occasione perfetta anche per Matteo Berrettini, che in conferenza stampa nelle parole riprese da Eurosport ha parlato addirittura della possibilità di ritornare in campo tra la sfida contro Aliassime&Compagnia.

"Sto recuperando molto velocemente. Oggi ho fatto il miglior allenamento da quando mi sono fatto male. La squadra sta benissimo, ieri hanno giocato tutti in maniera pazzesca. Sono contentissimo che stia andando così. Se fosse per me giocherei pure con una gamba sola, ma poi bisogna essere oggettivi e fare il meglio per la squadra.

Miracolo? Vediamo"
Una dichiarazione che stona in maniera particolare dopo il fofrfait 'ufficioso' della domenica che si era aggiunto a quellod i Jannik Sinner. No problem, direbbero i colleghi americani. Grazie a Lorenzo Sonego e a Fabio Fognini e Simone Bolelli, gli azzurri sono riusciti a superare il primo setaccio della fase a eliminazione nonostante il legittimo passo falso di Lorenzo Musetti contro Taylor Fritz.

Panchinato per il doppio in favore di Tommy Paul, reduce dalla miglior stagione in carriera e soprattutto semifinalista alle Atp Final "Quando un anno e mezzo fa Volandri mi ha chiamato per iniziare questo nuovo progetto mi ha detto che la cosa fondamentale è creare un gruppo.

E io ho condiviso fin da subito la sua visione. Secondo me in Davis, e ieri lo abbiamo dimostrato, quella è la cosa più importante. Quindi quando mi sono reso conto che ero in ritardo con la preparazione per essere qui, ho detto vorrei esserci lo stesso perchè secondo me posso dare il mio contributo e l'anno scorso soffrivo il triplo" ha continuato a spiegare Berretini.“Ieri con gli USA abbiamo dimostrato di essere più squadra.

Non importa la classifica, la stanchezza. In campo i ragazzi hanno messo il cuore, al di la della tattica e della tecnica. Sonego ieri ha dimostrato tutto quello che può fare. E Musetti ha fatto una gran partita con Fritz.

Con il Canada sarà una sfida difficile. Partono favoriti e sarà complicato, ma noi siamo pronti. Io mi sento come un leone in gabbia però sono contento di stare qua. Ovviamente io vorrei giocare in tutti i modi, anche su una gamba sola". Photo Credit: Getty Images