Toni Nadal: "Ruud all'accademia muoveva male le gambe. Può diventare il numero uno"



by   |  LETTURE 4726

Toni Nadal: "Ruud all'accademia muoveva male le gambe. Può diventare il numero uno"

Una stagione sicuramente da incorniciare per Casper Ruud che in questo 2022 ha trovato una continuità non indifferente e questa volta anche sulle superficie diverse dalla terra rossa.

Il tennista norvegese ha conquistato le sue prime due finali slam in carriera al Roland Garros e agli Us Open anche se poi si è dovuto arrendere rispettivamente contro gli spagnoli Rafael Nadal e Carlos Alcaraz.

Inoltre lo scandinavo è stato reduce di un’ottima settimana alle Finals di Torino quando, dopo aver passato brillantemente i gironi e la semifinale, si è arreso solo in finale due giorni fa contro Novak Djokovic che è riuscito a centrare il suo sesto titolo alle Finals raggiungendo Roger Federer.

Sempre a proposito di prime volte, Ruud ad inizio aprile ha disputato la sua prima finale in un 1000 in quel di Miami. Anche in quel caso si è dovuto arrendere nell’ultimo atto contro Carlos Alcaraz.
Al contempo, però, il 24enne ha chiuso la stagione meritatamente al terzo posto nel ranking mondiale portando a casa tre titoli Atp 250 tutte su terra rossa: Buenos Aires, Ginevra e Gstaad contro Berrettini.

Le parole di Toni Nadal che ricorda Ruud all'accademia

Il tennista nativo di Baerum all’età di 19 anni era entrato all’accademia di Rafael Nadal (suo idolo come ammesso da lui stesso prima del match contro l’iberico alle Finals) a Maiorca e proprio in virtù di questo ha parlato di lui Toni Nadal “Ricordo che quando arrivò in accademia, aveva un brutto rovescio perché secondo me aveva un brutto movimento con le gambe.

Ora il suo rovescio è abbastanza buono. Ogni anno è migliorato un po' Ricordo che quando è arrivato in accademia non ha mai pensato di poter diventare il numero 3 al mondo. Ho visto molte delle sue partite ed è un ottimo giocatore.

Può diventare il numero uno", ha dichiarato il famoso trainer spagnolo a Eurosport.
Con la stagione appena conclusasi, Casper Ruud ricaricherà adesso le batterie per provare a mantenere questa scia decisamente ottima anche per il 2023.