Binaghi: "Finals? Superate le nostre previsioni. Proposto un back to back"



by   |  LETTURE 2938

Binaghi: "Finals? Superate le nostre previsioni. Proposto un back to back"

Da due giorni si sono concluse le Atp Finals che ha visto Novak Djokovic battere in due set Casper Ruud ed aggiudicarsi questo torneo per la sesta volta in carriera raggiungendo Roger Federer.
Si è quindi calato il sipario sulla seconda edizione delle Nitto Atp Finals che si sono disputate a Torino.

Per fare il punto della situazione su questo evento, ha parlato in conferenza stampa il presidente della Federazione Italiana Tennis Angelo Binaghi. “Questo torneo non crea buchi di bilancio ma ricchezza e questo permette di far avere un’immagine positiva all’Italia nel mondo” -ha debuttato il presidente della Federazione nella consueta conferenza di fine torneo- “Abbiamo svolto egregiamente il compito che questo governo ci aveva affidato destinandoci un contributo di 15 milioni di euro.

Due erano gli obiettivi: organizzare una manifestazione che potesse promuovere nel mondo il nostro paese dimostrando ciò che siamo capaci di organizzare e poi quello che ci fossero ricadute economiche positive sul territorio”.

“Nelle prossime settimane la società Ernst&Young ci farà la radiografia di quanto accaduto in questo torneo” -prosegue Binaghi- “Dalle nostre stime, però, i 15 milioni che abbiamo ricevuto si sono trasformati in almeno 35 milioni di tasse pagate e ha generato un indotto superiore rispetto al 2021 che era pari a 77 milioni”.

Il presidente ha poi parlato degli spettatori presenti a Torino che ha superato quota 156 mila totali “Un numero che supera certamente le nostre previsioni” -prosegue Binaghi commentando questo torneo e paragonandolo a Roma quando furono raggiunte quota 230.385 persone.

“Il calore delle Nitto Atp Finals è praticamente uguale agli Internazionali che crescono da almeno vent’anni. Se poi aggiungiamo i ricavi corporate, allora l’incasso delle Nitto Atp Finals superano abbondantemente quelli di Roma”.

Curiosità poi anche da quale parte del mondo sono stati venduti i biglietti “Il 38% proveniva dall’estero, poi il 37% da appassionati di fuori regione e infine il 25% sono stati piemontesi. Credo che nei prossimi anni la percentuale degli stranieri aumenterà fino al 50% come accadde con Londra.

Ridurremmo drasticamente il numero dei biglietti omaggio e ci saranno sconti del 20% ai tesserati”.

Tra Roma e diverse idee sulle Next Gen

Adesso l’obiettivo è quello di fare sempre più bene a Roma “La nostra prossima scommessa sono gli Internazionali d’Italia che dureranno due settimane.

Abbiamo presentato i progetti di implementazione delle nuove strutture al Foro Italico e sarà difficile poi ricordarsi del vecchio impianto quando queste opere saranno completate”. Ultima argomentazione sulle Next Gen e Atp Finals “Avevo pensato a una soluzione per giocare entrambi i tornei un po’ a Milano e un po’ a Torino.

Avere il back to back di due eventi con lo stesso bacino di utenza ha di fatto danneggiato il più piccolo ovvero Milano. Credo che l’idea sia stata scartata. Noi comunque abbiamo chiesto di tenere le next gen e l’Atp sta valutando di spostarle a dicembre.

Nel caso l’evento resti vicino alle Nitto Atp Finals, sposteremo l’evento da Firenze in giù. Il nostro obiettivo è quello di coprire gran parte del nostro territorio”.