Atp Finals – Scivolone Medvedev: Rublev lotta e si aggiudica il derby russo

I due russi mettono in scena una lotta feroce, ma è Rublev a conquistare il match, dopo un tiebreak del terzo set infinito

by Martina Sessa
SHARE
Atp Finals – Scivolone Medvedev: Rublev lotta e si aggiudica il derby russo

Andrey Rublev sorprende nel match d’esordio. Il numero due di Russia batte il suo connazionale, Daniil Medvedev, in tre set: (7) 6- 7, 6-3, 7-6 (7) è il risultato che porta lo sfavorito del gruppo rosso, momentaneamente, in testa al girone rosso.

È lui il giocatore che comanda il match in tutte le sue fasi, nel bene e nel male, concedendo ma allo stesso approfittando degli errori del vincitore degli Us Open. Sin dai primi scambi, entrambi si affidano alle loro arme vincenti: per Rublev è spingere, soprattutto con il dritto; per Medvedev, resistere da fondocampo e aspettare che sia il suo avversario faccia errori.

Se nei primi passaggi fila tutto secondo lo schema, al quarto game arriva il primo inciampo. Il numero uno di Russia, infatti, si fa sorprendere da due risposte profonde del suo connazionale e finisce sotto 0-40: annulla solo una palla break, dato che il successivo è un tentativo fallito di sorprendere Rublev a rete.

Il numero sette del mondo martella con servizio, ma sul 5-3 il nastro si rende beffardo protagonista. Medvedev ottiene la palla break grazie a due episodi, un’occasione che non si lascia sfuggire, conquistando il contro break.

È quello che serve all’ex numero uno del mondo per riprendersi e iniziare, anche lui, a martellare con il servizio: è questo che lo salva da un altro break, aggiudicandosi il tiebreak. Nel momento clou, però, il numero sette del mondo cade su se stesso, avendo avuto sette set point ma sprecando tutte le occasioni e regalando il primo set a Medvedev.

Il secondo e il terzo atto

Nonostante il primo set, è ancora Rublev il giocatore più in centrato di questo match e il break ad inizio secondo set lo dimostra: nel terzo game, lotta più del suo avversario per prendersi il meritato vantaggio.

La trama del primo parziale però sembra ripetersi, nelle stesse modalità: Rublev trova ancora set point e se li fa sfuggire ancora. Solo tre volte questa volta, perché alla quarta si prende il pareggio, grazie anche a quattro doppi falli di Medvedev nell’ultimo game.

Nel terzo e decisivo set, gli equilibri sono appesi ad un filo: entrambi insistono sul servizio, entrambi portano a casa i loro turni senza particolare sforzi, mentre di tennis si vede poco o nulla. Sul 5-4, Medvedev mette a segno il game perfetto; mentre qualche scambio in più si intravede quando è Rublev a servire.

Si procura quest'ultimo palla break, ma ogni tentativo è vano: è ancora il tiebreak a decidere le sorti del match. Il moscovita più in basso nel ranking conquista minibreak e si porta a match point, ma ancora spreca l'occasione d'oro.

Al secondo match point, però, arriva il suo momento e conquista un match che sembrava non finire mai più. Photo credits: @atptour (Twitter)

Atp Finals
SHARE