Auger-Aliassime alle Finals potrebbe conquistare un particolare record

Il tennista canadese è uno dei più in forma attualmente sul circuito e a Torino può essere una delle sorprese

by Giuseppe Di Lauro
SHARE
Auger-Aliassime alle Finals potrebbe conquistare un particolare record

Uno dei tennisti più in forma di questo ultimissimo scorcio della stagione è senza ombra di dubbio Felix Auger-Aliassime. Il canadese, nelle scorse settimane, è riuscito a mettere in bacheca ben tre trofei consecutivi trionfando prima ai tornei 250 di Firenze e Anversa ed infine al 500 di Vienna.

Queste tre finali consecutive vinte hanno permesso, non solo al 22enne di Montreal di ottenere la qualificazione alle Finals di Torino, ma anche di migliorare sensibilmente il suo rapporto con le finali giocate passando da 1 vittoria e 9 sconfitte a 4 vittorie e 9 sconfitte.

Auger-Aliassime punta al record degli aces

Tra tutte queste statistiche, Auger-Aliassime potrebbe conquistare un particolare record inerente agli aces. Infatti il nord americano ha messo a segno, fin qui, ben 852 aces. Nonostante il numero stratosferico raggiunto, il canadese deve momentaneamente inchinarsi al “re” Jonh Isner che è primo a quota 895.

C’è però ancora una possibilità per il giovane millennial di poterlo superare: se in quel di Torino riuscirà a mettere a segno 44 aces potrebbe riuscire nel sorpasso al fotofinish e mettere in cascina questo particolare ma suggestivo record.

A prescindere da quel che accadrà alle Finals, sarà la sua prima partecipazione in assoluto in carriera, il canadese può dirsi soddisfatto di ciò che ha conquistato in questo 2022: dopo ben 8 sconfitte nelle finali Atp, è infatti riuscito a conquistare il suo primissimo trofeo al 500 di Rotterdam contro Stefanos Tsitsipas .

Precedentemente aveva messo in cascina anche l’Atp Cup con la sua nazionale, oltre che un quarto di finale agli Australian Open. Dopo poi un periodo negativo, Auger-Aliassime in questo ultimo scorcio stagionale si è ripreso come meglio non poteva conquistando tre titoli consecutivi e una semifinale al 1000 di Parigi Bercy.

Queste prestazioni lo hanno permesso di conquistare la sesta posizione nella classifica mondiale, ovvero il suo best ranking. A Torino, adesso, si candida ad essere una delle sorprese del torneo che chiuderà la stagione Atp.

Torneo che però non vedrà la partecipazione del numero uno al mondo Carlos Alcaraz a causa di un infortunio agli addominali subito dall'iberico.

Auger-aliassime
SHARE