Atp Parigi-Bercy - Fenomeno Djokovic, un grande Tsitsipas non basta. In finale Rune

Novak Djokovic non ha ancora perso una partita dal rientro nel circuito. Vittoria da fenomeno contro Tsitsipas, che si arrende però nel tie break del terzo se. Contro il danese cercherà il settimo sigillo a Bercy e il 39° nei 1000

by Perri Giorgio
SHARE
Atp Parigi-Bercy - Fenomeno Djokovic, un grande Tsitsipas non basta. In finale Rune

Gli aggettivi per definire alcune vittorie di Novak Djokovic rischiano di risultare banali. Chiamato a mantenere la striscia di vittorie consecutive dal rientro e ovviamente anche quella a Parigi-Bercy, il fenomeno serbo nella sfida contro Stefanos Tsitsipas domina il primo set, si distrae nel secondo e chiude sul 6-2 3-6 7-6(4) dopo poco più di due ore e quindici minuti di gioco.

Una vittoria da fenomeno, una delle tante, che gli consente tra le altre cose di raggiungere in finale Holger Rune, debuttante di categoria, di puntare al settimo sigillo sotto il tetto parigino e soprattutto di andare alla caccia del trentanovesimo ‘1000’ in carriera alla vigilia delle Finals.

A Torino, e non solo, sarà come sempre il vero uomo da battere.

Djokovic domina il primo set ma ha bisogno degli straordinari

Tsitsipas rischia con la battuta a disposizione già nel quarto game, ma sul 30-30 si cava fuori dai guai con un ace e rimane a galla.

Nella stessa identica situazione di punteggio, ma sul 3-2 per il fenomeno serbo, ‘Tsitsi’ non riesce a trovare le contromisure adeguate a due passanti straordinari. Djokovic, che chiude la prima frazione con un singolo errore forzato, prende il controllo totale della faccenda e assesta una seconda spallata in risposta sul 5-2.

Come successo con Musetti, in condizioni di totale controllo, Djokovic si distrae. Decisamente più abituato e decisamente più cinico, il talento greco non spreca però il vantaggio a disposizione. Anche se nei due successivi turni di battuta si ritrova sul 30-30.

I ruoli si invertono, Djokovic si incarta e sul 3-5 sbaglia in maniera grossolana sia un dritto sul 30-15 che una scelta tattica sul 40-40. Alla prima occasione utile, ‘Tsitsi’ risponde in maniera perfetta e pareggia i conti.

Djokovic ritrova gli automatismi, ma contro ritrova un avversario completamente differente. Il talento greco si salva da una pericolosissima situazione di 15-40 nel corso del secondo turno di battuta e rimane appiccicato al punteggio in qualche modo.

Anche sul 4-4, a un passo dal baratro, si salva sul 30-40 dopo uno scambio massacrante e si riporta in testa grazie a una splendida soluzione con la palla corta e soprattutto la prima di servizio. Il tie break diventa evidentemente il più logico degli epiloghi.

In maniera assolutamente fneomenale, Djokovic recupera un mini-break di svantaggio e mette alle corde Tsitsipas. Decisivo il punto sul 5-4, con il greco che alla fine di uno scambio da venti colpi non trova il guizzo nei pressi della rete.

Sul match point, lo schema servizio-dritto-smash si rivela sufficiente per chiudere la pratica. Photo Credit: Getty Images

Novak Djokovic
SHARE