Gilles Simon: "Per vincere dovevo dare il massimo. Se domani non potrò camminare..."



by   |  LETTURE 4859

Gilles Simon: "Per vincere dovevo dare il massimo. Se domani non potrò camminare..."

Altra serata da incorniciare per Gilles Simon in quel di Parigi Bercy. Il tennista francese, che dopo questo Atp 1000 indoor si ritirerà ufficialmente appendendo la racchetta al chiodo, dopo aver superato Andy Murray al primo turno ha battuto, sempre in tre set, Taylor Fritz prolungando così la sua carriera di un altro giorno e regalandosi un’altra notte intensa ed emozionante per lui e per i tifosi presenti alla partita.

Il 37enne nativo di Parigi ha commentato così la sua vittoria contro l’americano ai microfoni di Eurosport France

Il francese sta dando il massimo in questo ultimo torneo

"Volevo mettere tutto dentro un'ultima volta e l'ho fatto” -debutta l’esperto tennista transaplino- “Taylor è un giocatore molto impegnativo e ho dovuto tenere duro.

Vincere il terzo set è stato un vero miracolo perché stavo inseguendo il punteggio e il mio avversario. Ora è tutto in ordine sparso, ma ho giocato pensando che non ci fosse un domani. La mia unica possibilità di vincere era quella di dare il massimo e se domani non potrò camminare, non camminerò più.

Posso permettermi di lasciare andare in questo torneo e non salvaguardare il mio corpo perché questo sarà il mio ultimo torneo", ha concluso il francese a Eurosport France, seduto su una sedia a causa della stanchezza dopo la maratona durata dei tre set durata 3 ore e 7 minuti e terminata con il punteggio di 7-5, 5-7, 6-4 per Simon.

Gilles Simon, che in carriera vanta 14 titoli Atp e la sesta posizione come miglior best ranking della sua carriera raggiunta il 5 gennaio 2009, dovrà vedersela al terzo turno contro uno dei tennisti più in forma del momento e vincitore di due tornei Atp consecutivi: Felix Auger-Aliassime.
Il numero 188 del mondo, dopo aver battuto Murray e Fritz, dovrà tentare una nuova impresa per regalarsi i quarti di finale a Parigi Bercy.
Tra l’altro il francese, nei due precedenti contro il 22enne canadese, non è mai riuscito a batterlo perdendo sia nel 2019 a Stoccarda su terra rossa e sia nel 2020 a Marsiglia proprio nel cemento indoor dove si disputerà domani il terzo incontro tra loro due.