Atp Basilea - Rune incontenibile: ancora una finale. Vienna: Medvedev alle Finals

Aliassime-Rune è probabilmente al momento la miglior finale possibile. Continua l'ascesa del danese. A Vienna tutto facile per Medvedev, che con una vittoria blinderebbe la qualificazione alle Finals prima di Bercy

by Perri Giorgio
SHARE
Atp Basilea - Rune incontenibile: ancora una finale. Vienna: Medvedev alle Finals

Al momento non esiste finale migliore nel circuito maggiore. Da una parte Felix Auger Aliassime, da quella opposta Holger Rune, da almeno due o tre settimane sullo stesso binario. Reduce dalla finale a Sofia e dalla vittoria a Stoccolma, il talentino danese annota sul taccuino delle vittime a Basilea anche Roberto Bautista Agut e raggiunge la prima finale '500' in carriera in maniera selvaggia.

Manco a dirlo in una partita assolutamente povera di break, condizionata ovviamente dalla resa del servizio, lascia per strada un punto nel primo jeu decisif, si salva con la battuta a disposizione complessivamente in sette casi nel secondo, ma soprattutto sul 6-6 set recupera da un mega-svantaggio di 2-6 e con un parziale di 6-0 acciuffa il successo.

Rune ritocca considerevolmente anche il best ranking e spacca per la prima volta il muro della Top 20. Già solo con questo risultato si andrebbe a sedere sulla casella numero diciotto, in caso di vittoria si metterebbe al numero sedici alle spalle di Matteo Berrettini.

Vienna: Medvedev a una vittoria dalle Finals. C'è Shapovalov

Daniil Medvedev non manca neanche nel 2022 il prestigioso appuntamento con le Finals. La vittoria in semifinale contro Grigor Dimitrov a Vienna, di fatto, gli ha consentito di blindare definitivamente la questione qualificazione alla vigilia del '1000' di Parigi Bercy.

Manca sostanzialmente solo la matematica, adesso c'è anche quella. Tutto incredibilmente facile in semifinale contro Grigor Dimitrov, che nonostante gli sforzi - e le incredibili prove atletiche - non riesce in alcun modo a rimanere attaccato nel punteggio o a impensierire il tennista russo da fondocampo.

Il russo sigilla il successo sul 6-4 6-2 e punta anche al secondo titolo stagionale dopo quello ottenuto a Los Cabos ad agosto. Ad attenderlo ci sarà Denis Shapovalov, che parallelamente ha bisogno solamente di un set per superare il campione del '1000' di Cincinnati: Borna Coric.

Dopo il tie break del primo set, domina infatti il secondo complice anche le condizioni precarie del croato e chiude sul 7-6(2) 6-0. Per il canadese sarà la sesta finale in carriera nel circuito maggiore, la seconda in un '500' e la seconda in stagione dopo quella a Seoul di una manciata di settimane fa persa contro il giapponese Yoshito Nishioka. Photo Credit: Atp Tour

SHARE