Benoit Paire: "Era da tempo che non sentivo quel fuoco. Ho smesso di bere alcolici"

Il tennista francese sta finalmente ritrovando la fiducia dopo un periodo oltre modo negativo

by Giuseppe Di Lauro
SHARE
Benoit Paire: "Era da tempo che non sentivo quel fuoco. Ho smesso di bere alcolici"

Benoit Paire è uno di quei giocatori di tennis o che ami o che odi, difficilmente c’è una mezza misura. Il tennista francese è sempre stato considerato uno dei giocatori più talentuosi ma ribelli degli ultimi anni, nonché tra i più controversi.

Nonostante i più bassi che alti, Paire ha messo in cascina in carriera 3 titoli Atp ed ha raggiunto, come best ranking, la posizione numero 18 della classifica mondiale. Dopo lo scoppio della pandemia nel 2020 il francese ha vissuto un lungo periodo negativo, non solo tennisticamente parlando.

Di tutto questo ne ha parlato ai colleghi di ouest-france.fr "Era da molto tempo che non sentivo quel fuoco agonistico che ho sentito”. Con questa frase molto intensa Paire ha riassunto le sue sensazioni dopo la vittoria al primo turno dell'ATP Challenger Brest 2022 contro il croato Duje Ajdukovic.
"Erano due anni che non avevo un atteggiamento così positivo su un campo da tennis.

So che devo ancora migliorare molto in termini di fiducia e di livello di gioco, ma ora penso di poter tornare al mio meglio. Ho buttato via due anni della mia carriera sportiva e presumo che per recuperarli dovrò cambiare molte cose e aggiungere molte vittorie come questa”.

Il 33enne di Avignone è grato per il sostegno dei suoi fan in tutti i tornei di questa categoria che sta giocando per cercare di migliorare la sua classifica e ritornare in una posizione decisamente più consona ai suoi standard visto che attualmente è al 177esimo posto al mondo.

Paire riconosce di aver sprecato due anni della sua carriera e vuole finalmente recuperarli "Affronterò la questione partita per partita. Prima venivo ai tornei per vincere un po' di soldi e vedere cosa succedeva, ma ora percepisco ogni evento come un passo avanti.

Mi sono allenato duramente dal punto di vista fisico, ho fatto dei test molto impegnativi e le mie gambe stanno lavorando di nuovo al meglio. Credo che questo sia il momento giusto. So di averci provato in passato, ma non con questa convinzione, perché la mia mente non era nello stato d'animo giusto per competere.

Il tennis era diventato un obbligo, quasi una punizione. So che per la gente è difficile da capire, perché abbiamo il privilegio di dedicarci a questo, ma è così che mi sono sentito”.

Il francese ha smesso di andare alle feste e bere alcolici

Benoit Paire ha parlato poi di come abbia fatto a passare questo periodo tumultuoso "Mi sono concentrato sulle cose importanti.

Ho deciso di essere più professionale, di non andare alle feste la sera e di smettere di bere alcolici. Voglio dare il meglio di me e questo a volte mi rende ansioso, perché so che è impossibile in questo momento.

Il pubblico francese ha molte aspettative su di me e questo mi mette ulteriore pressione, ma credo che a poco a poco sarò in grado di rispondere”. Paire quindi sta ripartendo dai Challenger per tornare nuovamente protagonista nel circuito principale Atp.

Questa sera, non prima delle 19:50, giocherà l’ottavo di finale a Brest contro l’olandese Jelle Sels.

Benoit Paire
SHARE