Atp Vienna - Sinner vince e convince all'esordio. Basilea, Musetti sprecone con Ramos

Sinner riparte da una vittoria a Vienna dopo un momento non facile. A Basilea, Musetti domina il primo set e manca un vantaggio di 4-1 nel terzo

by Perri Giorgio
SHARE
Atp Vienna - Sinner vince e convince all'esordio. Basilea, Musetti sprecone con Ramos

Dai quarti di finale a Flushing Meadows, Jannik Sinner aveva dovuto convivere con qualche acciacco fisico e qualche problema di natura genuinamente emotiva. Non a caso aveva chiuso in maniera tutt'altro che brillante la parentesi Davis Cup ed era stato costretto a ritirarasi anzitempo in semifinale a Sofia contro Holger Rune, poi battuto da Huesler in finale.

Chiamato a rimanere aggrappato al complicatissimo treno Finals, con Fritz e Aliassime avversario piuttosto scomodi, il numero uno del blocco Italia non apporta particolari modifiche al copione contro Christian Garin alla 'prima' a Vienna.

Anzi. Vince con un rapidissimo 6-3 6-2 e si garantisce quanto meno la sfida di ottavi di finale con Francisco Cerundolo, altro avversario in linea del tutto teorica che non dovrebbe repparesentare uno scoglio insormontabile.

Da registrare a Vienna anche il sorprendente successo di Dan Evans ai danni di Karen Khachanov: manco a dirlo, il tennista britannico lascia per strada solamente quattro game.

Atp Basilea: Musetti sprecone: si ferma con Albert Ramos

Reduce dalle semifinali a Sofia e Firenze, ma soprattutto dalla vittoria a Napoli (la seconda nel circuito maggiore) Lorenzo Musetti tira invece comprensibilmente il fiato a Basilea contro Albert Ramos Vinolas.

Su una superficie decisamente diversa rispetto a quella praticata nelle ultime tre settimane, banalmente più veloce, il talento azzurro - che tra le altre cose aveva confidato tra sée e sè di non aver neanche rinunciato al sogno Atp Finals - stravince il primo set, perde in maniera piuttosto ingenua il secondo e ripristina le gerarchie nel secondo.

Se non altro in parte. Manco a dirlo ritrova quantità e qualità con la prima palla, ma soprattutto elimina quasi completamente il numero degli errori non forzati prima di spegnersi completamente sul 4-1. Nel momento di staccare completamente nel punteggio lo spagnolo, anca una manciata di chance per il doppio break e praticamente non smuove più il 4 dalla casella dei game nella partita.

Ne approfitta da veterano-vero il tennista spagnolo, che con un filotto di cinque giochi consecutivi sigilla il successo sull'1-6 6-3 6-4 e si prende agli ottavi di finale Alexandr Bublik. Photo Credit: Getty Images

SHARE