"Volevano spostarlo": l'incredibile rivelazione sull'Atp di Napoli

Nonostante le tante difficoltà, la competizione è stata portata a termine

by Luca Ferrante
SHARE
"Volevano spostarlo": l'incredibile rivelazione sull'Atp di Napoli

Nonostante le tante difficoltà legate a problemi di diversa natura, l'Atp 250 di Napoli è riuscito a essere portato a termine dagli organizzatori. La manifestazione sportiva, sicuramente una delle più rumoreggiate dell'intera stagione 2022, è stata protagonista fino a domenica 23 ottobre e ha registrato alla fine la vittoria dell'italiano Lorenzo Musetti ai danni del connazionale Matteo Berrettini.

Grande spettacolo all'interno dell'Arena, seppur il compito sull'organizzazione sia stato decisamente arduo. A poche ore dal termine ufficiale della competizione, sono emersi nuovi interessanti retroscena sul torneo, svelati dal presidente della Fitp Angelo Binaghi.

Il numero uno del tennis azzurro ha rivelato come il sabato prima dell'inizio delle gare ci sia stata la concreta possibilità che l'evento fosse cancellato o spostato in un'altra città: "Avevo ricevuto una telefonata: 'Il torneo non si gioca più a Napoli, chiedete al sindaco di Firenze di tenere la struttura per giocare un'altra settimana'

Risposi che non sarebbe stato possibile, siamo intervenuti con il dirigente federale Giorgio Di Palermo e abbiamo fatto quello che un buon padre di famiglia deve fare quando un figlio ha qualche necessità: siamo accorsi in suo aiuto e abbiamo salvato il torneo" ha affermato.

Binaghi attende la multa

Poi ha proseguito: "Bisognava dunque intervenire immediatamente e con determinazione, anche se a Firenze si dicevano pronti non ho mai pensato a uno spostamento; con il torneo in un'altra sede avrebbero pignorato il montepremi e provocato una figuraccia mondiale, che sarebbe rimasta nella storia dello sport italiano.

Non ci ho pensato neanche per un attimo, sarei corso a piedi per salvare il torneo" ha aggiunto. "Abbiamo visto che il torneo 250 è diverso da un challenger. I napoletani li adoro, hanno entusiasmo e una passione che qualche volta però travalica le loro possibilità.

L'Atp ci darà una bella multa, speriamo che tengano conto di quello che il tennis italiano sta facendo da anni come sforzo organizzativo. In ogni caso chineremo il capo e ottempereremo ai nostri obblighi, è giusto essere sanzionati ma spero che tengano conto delle cose buone che alla fine la Federazione ha fatto col Tc Napoli" ha concluso Binaghi.

SHARE