Atp Firenze - Musetti da favola: si inchina Zapata Miralles. Out Passaro



by PERRI GIORGIO

Atp Firenze - Musetti da favola: si inchina Zapata Miralles. Out Passaro

A scacciare i demoni di una vittoria e quattro sconfitte per il tennis azzurro a Firenze ci pensa Lorenzo Musetti. Peraltro con una prestazione praticamente perfetta. "Probabilmente la migliore della mia carriera" come ha raccontato subito dopo a bordocampo a Diego Nargiso.

Lorenzo Musetti raggiunge quanto meno il tavolone dei quarti di finale grazie a una vittoria praticamente povera di sbavature contro Zapata Miralles, giustiziere al primo turno di Lorenzo Sonego. Il carrarino, che serve in maniera straordinaria e che su una superficie tendenzialmente lenta riesce a far valere tutte le armi a disposizione, spezza gli equilibri nel cuore del primo set e praticamente lascia per strada le briciole.

Dominail confronto negli scambi prolungati, piazza sei ace e varia in maniera incredibilmente gli angoli: lascia poco spazio alle interpretazioni persino il 6-3 6-0 finle che matura dopo poco più di settanta minuti di gioco.

Ad attendere 'Muso' ai quarti MacKenzie McDonald, che parallelamente mette fine alla splendida avventura di Francesco Passaro. Reduce manco a dirlo dalla prima vittoria in carriera nel circuito maggiore alla seconda opportunità utile.

Ancora una buona prestazione da parte del classe 2002, che paga una cattiva partenza nel primo set e che non riesce a garantirsi il jeu decisif nel corso del secondo. Finisce 6-4 7-6. Nella sessione serale anche l'esordio del numero uno del seeding Felix Auger Aliassime, in rotta di collisione con Oscar Otte.

Murray 'old style' a Gijon

Sotto il tetto di Gijon, Andy Murray ha bisogno degli straordinari per abbattere la resistanza di Cachin. Manco a dirlo rimedia a un set di ritardo e recupera anche un break di svantaggio (in due casi) nel corso del deciding prima di sigillare il successo sul 4-6 7-5 7-6(3).

Finisce parallelamente agli ottavi di finale l'avventura di Martina Trevisan sul cemento di San Diego. Poche recriminazioni per la tennista azzurra, che pur giocando una buonissima partita contro Danielle Collins non riesce mai realmente a rendersi pericolosa.

Giorno di stop invece per Jasmine Paolini a Cluj alla vigilia dei quarti di finale. Dopo Kostyuk e Yastremska, la toscana affronterà Niemerer per un posto tra le prime quattro nel '250' rumeno.