Andy Murray debutto vincente: "Ecco perché su questi campi mi trovo molto bene"

Il tennista scozzese è cresciuto sia di condizione che di qualità durante il debutto a Gijon

by Giuseppe Di Lauro
SHARE
Andy Murray debutto vincente: "Ecco perché su questi campi mi trovo molto bene"

Andy Murray ha cominciato al meglio il proprio torneo al 250 di Gijon. Il tennista britannico ha sconfitto il padrone di casa Alejandro Davidovich Fokina in un match terminato 7-5, 6-2 che ha visto il tre volte vincitore slam crescere durante l'incontro.

Subito dopo la partita vinta in due set, Murray ha analizzato i suoi prossimi match dove affronterà sicuramente tennisti mai incontrati nella sua lunga carriera "Non li ho mai affrontati non mi sono mai allenato con loro” -debutta- “So che Alex Corretja ha aiutato Pedro (Cachin n.d.r) negli ultimi sette o otto anni, quindi domani guarderò qualche video o forse un po' di partita per cercare di capire meglio il loro gioco”.

Il due volte vincitore della medaglia d’oro alle Olimpiadi ha parlato della sua prima partita a Gijon contro Fokina: "Nel primo set stava giocando molto meglio di me, ha avuto molte occasioni per ottenere il secondo break ma sono riuscito a rimanere forte in quei momenti.

Sul 4-3 ha giocato una brutto game e io sono riuscito a rimontare, dopodiché ho iniziato a giocare un po' meglio".

Andy Murray spiega perché si trova a giocare su questi campi

Murray ha approfittato della rabbia di Davidovich per entrare in partita e una volta entrato in partita non ha dato scampo allo spagnolo: "Penso che fosse un po' frustrato e poi nel secondo set il suo livello è calato un po', ma la fine del primo set è stata molto importante perché stava giocando molto bene ed è stato un primo set difficile".

Al tennista scozzese è stato chiesto anche quale fosse la sua esperienza su questa superficie, perché durante l'anno si giocano pochi tornei al coperto, ma lui ha giocato molto in queste condizioni grazie al clima del suo Paese.

"Sono cresciuto giocando su campi indoor e mi piace giocare in queste condizioni. Non su tutti i campi indoor perché ce ne sono alcuni molto lenti, ma quelli qui sono buoni, si vede un tennis diretto che chiude alcuni punti a rete ed è divertente".

Andy Murray
SHARE