Atp Sofia - Fognini sprecone. A Seoul si rivede finalmente Chung

Fognini spreca sei set point e cede ai piedi del jeu decisif. Sconfitta con recriminazioni per il tennis azzurro. A Seoul ritorna dopo esattamente due anni Chung

by Perri Giorgio
SHARE
Atp Sofia - Fognini sprecone. A Seoul si rivede finalmente Chung

Si chiude con più di qualche recriminazione l'avventura sotto il tetto di Sofia per Fabio Fognini, battuto con un beffardo 7-6(11) 7-5 da Aleksandar Vukic. Classe 1996, modesto mestierante nel circuito minore, zero presenze nei tabelloni Slam.

Curiosamente, il tennista australiano aveva disputato l'ultima partita in un Main Draw Atp a Pune contro un altro azzurro, Lorenzo Musetti. In quel caso, si era comunque arreso dopo tre set. Questa volta, il tennista australiano riesce ad acciuffare il successo in maniera piuttosto rocambolesca.

Complice un Fognini confusionario e poco cinico, che nel corso del tie break del primo set non sfrutta un mega-vantaggio di 6-3 e dilapida complessivamente sei set point prima del 13-11 finale firma Australia. Fognini, costantemente in difficoltà con la battuta a disposizione, recupera un break di ritardo nel cuore del secondo set, ma concede (anche se salva) palle break sul 3-3 e il 4-4 e finisce per lasciare il servizio per strada ai piedi del jeu decisif.

Finisce 7-6(11) 7-5. Colpo di Holger Rune, che con un doppio tie break abbatte la resistenza di Van Rijthoven. Prende forma anche il secondo turno di Jannik Sinner, che difenderà il titolo conquistato in due occasioni a Sofia contro il portoghese Nuno Borges.

Giustiziere all'esordio del bosniaco Basic.

Atp Seoul: si rivede finalmente Chung

Da registrare a Seoul - a esattamente due anni di distanza dall'ultima partita nel circuito maggiore, peraltro nello stesso torneo, quello di casa - la presenza del redivivo Hyeon Chung, scomparso completamente dai radar a causa dei problemi fisici che lo hanno tormentato negli ultimi anni.

L'ex enfant prodige del tennis mondiale rientra in doppio al fianco di Soonwoo Kwon, che riesce a rimediare a un set di svantaggio e a spuntarla alla fine del super tie break. Kwon nel day-1 aveva avuto bisogno degli straordinari per abbattere la resistenza di un 'altro' Chung con un rocciosissimo 7-6(4) 6-7(4) 6-1 figlio di quasi due ore e trenta di gioco.

Da capire per Heyon se questa settimana sarà quella del definitivo rientro, e della riabolitazione nel circuito maggiore, o un'apparizione sporadica. Photo Credit: Getty Images

SHARE