Laver Cup - Il Team World sfata il tabù e rovina l'addio di Federer. Decisivo Tiafoe

Nell'edizione dell'addio di Federer, il Team World sfata il tabù e supera il 'Dream Team' europeo. I tre punti della vittoria portano la firma di Tiafoe

by Perri Giorgio
SHARE
Laver Cup - Il Team World sfata il tabù e rovina l'addio di Federer. Decisivo Tiafoe

Il Team World sfata un tabù lungo quattro edizioni e cinque anni. Lo fa in occasione del definitivo saluto di Roger Federer dal tennis, contro il Dream Team composto da Rafa Nadal, Novak Djokovic e Andy Murray. Con un filotto di tre vittorie consecutive nel day-3, la squadra capitanata da John McEnroe ribalta completamente le gerarchie dopo il 4-8 del saturday night e trionfa nella competizione nata nel 2017 per la prima volta.

Sock e Aliassime battono Berrettini e Murray, il canadese supera poi un 'malconcio' Djokovic - condizionato da un problema all'avambraccio - e con il primo match-ball sulla racchetta, Tiafoe rimedia a una partenza da incubo contro Stefanos Tsitsipas, che nel tie break del secondo set non sfrutta neanche quattro match point.

Finisce 1-6 7-6(11) 10-8 dopo poco meno di due ore di gioco, 13-8 il computo totale. A rivelarsi decisivi, alla fine della giostra, i doppi. Tiafoe è spettatore passivo, vittima inerme della tensione e di un avversario - Tsitsipas - che interpreta il primo set in maniera straordinaria e che bacchetta con una certa costanza lo tutte le indecisioni che accumula sulla diagonale sinistra.

'Tsitsi' comanda con la battuta a disposizione e presenzia con costanza anche in risposta: non è un caso che Tiafoe faccia praticamente in tempo a smuovere solamente lo zero dalla casella dei game. Decisamente più gagliardo il secondo set di Tiafoe, che lima in maniera considerevole il numero degli errori non forzati e che soprattuto alza la percentuale di punti con la prima palla.

Il risultato è uno spalla a spalla fino al jeu decisif, condito da appena due game ai vantaggi.La tensione paralizza il confronto. Tsitsipas inizia ad accusare la stanchezza, la fretta di chiudere, il peso della vittoria sulle spalle.

Manco a dirlo spreca complessivamente quattro match point prima del 13-11 Tiafoe, che di puro istinto e con una splendida stop-volley sul set point rimanda tutto al super tie break. Lo statunitense rimedia immediatamente a uno 0-2 di vantaggio e soprattutto con un recupero straordinario mette la testa avanti sul 5-4.

Con la battuta a disposizione, 'Big Foe' non manca il primo vero allungo sul 7-4 e costringe 'Tsitsi' a rincorrere in una situazione di punteggio quasi disperata. Tiafoe allarga la forbice con un altro punto straordinario, figlio di un lob che costring il greco a un disperato tweener, confeziona il miracoloso 8-4 e anche se perde momentaneamente il bandono della matassa, approfitta di un errore di Tsitsipas sull'8-7 e alla seconda opportunità utile chiude la faccenda e regala al Team World la prima vittoria nella Laver Cup. Curiosamente, nell'edizione dell'addio al tennis di Roger Federer.

Laver Cup
SHARE