Laver Cup - Un Djokovic 'malconcio' si arrende ad Aliassime. Sorpasso del Team World



by   |  LETTURE 5833

Laver Cup - Un Djokovic 'malconcio' si arrende ad Aliassime. Sorpasso del Team World

La banale idea che un vantaggio di 8-4 potesse rivelarsi sufficiente per chiudere la faccenda si sgretola completamente nel giorno decisivo. Dopo la vittoria in singolare contro Frances Tiafoe e quella in doppio con Matteo Berrettini, Novak Djokovic - condizionato da un problema all'avambraccio - non trova armi sufficientemente valide per arginare Felix Auger Aliassime, che dopo la vittoria in doppio al fianco di Jack Sock garantisce alla squadra di John McEnroe il sorpasso sul 10-8.

Emblematico il 6-4 7-6(2): sulla racchetta di Frances Tiafoe il primo match point: dal lato opposto della rete a opporre resistenza per il Team Europe il 'solo' Stefanos Tsitsipas. Il prologo mal si incastra con l'epilogo.

Se non altro nella prima frazione. Djokovic si presenta con un break e apre immediatamente il primo piccolo gap contro un giocatore confuso tatticamente e apparentemente a corto di armi sufficientemente valide per rimanere in scia.

Il serbo cala vertiginiosamente, colpisce male la palla, non trova gli appoggi e si ritrova vittima dei suoi stessi errori. Aliassime, che parallelamente diminuisce in maniera considerevole i non forzati e che trova una certa continuità con la prima palla, approfitta in maniera perfetta della situazione e con un mega-parziale di 6-1 mette la testa avanti.

Condizionato presumibilmente da un problema al braccio, dal nervosismo e da una tenuta fisica non eccezionale, Djokovic parte a handicap anche nel secondo set. Aliassime schizza prima sul 2-0 e sul 3-1 prima di spegnere completamente la luce e di buttare sostanzialmente il servizio sul 3-2.

Djokovic, che rientra prepotentemente in carreggiata senza neanche la necessità di ricorrere agli straordinari, rimedia a una situazione di 15-40 nel game immediatamente successivo e si spinge fino al 5-4. Berrettini chiede al ventuno volte campione Slam un po' di 'cazzimma napoletana e serba' con Aliassime che decisamente poco d'accordo ricompatta il punteggio sul 5-5 con un turno di battuta a zero.

Si va al tie break. E il nastro decide di pendere dal lato del Team World sul primo turno. Chiamato a difendere il primo mini-vantaggio, il tennista canadese perde il controllo del dritto in uscita dal servizio, ma si porta comunque sul 3-1.

Djokovic accorcia le distanze con una splendida difesa della rete, ma oppone una resistenza appena sufficiente nei due punti immediatamente successivi.Il serbo, nonostante la riluttanza alla sconfitta, fa praticamente in tempo a muovere il punteggio solamente in un caso prima della resa.