Laver Cup - Berrettini di forza: Team Europe di nuovo in vantaggio. Battuto Aliassime



by   |  LETTURE 7358

Laver Cup - Berrettini di forza: Team Europe di nuovo in vantaggio. Battuto Aliassime

Matteo Berrettini apre la scatola della O2 Arena nel day-after di Roger Federer, che presenzia ovviamente insieme a tutta la squadra sulla panchina del Team Europe. Unico assente di lusso Rafa Nadal. Il tennista azzurro con una prova di forza regala due punti al 'Team Europe' e fissa il punteggio sul 4-2 grazie a un rocciosissimo 7-6(11) 4-6 10-7 che matura alla soglia delle due ore di gioco.

Nel replay, peraltro, di una sfida già andata in scena nella copetizione dodici mesi fa. Seconda vittoria in Laver Cup per Berrettini, che giocherà anche il doppio insieme a Djokovic nella parte finale di giornata.

La partita: Berrettini 'bissa' il successo del 2021

Berrettini fatica un po' a entrare in partita. Anche perché sostanzialmente concede più chance con la battuta a disposizione e non si avvicina mai a palla break nel corso dei turni di risposta.

Nonostante le difficoltà a far frullare il dritto, il tennista azzurro rimane ben agganciato al punteggio e risolve un tie break folle da ventiquattro punti alla quinta opportunità utile. Aliassime, che ha una chance solamente sul 9-8, non riesce ovviamente a entrare nello scambio sulla bordata dell'azzurro.

L'ultimo scambio è discretamente emblematico, con Berrettini che si difende in maniera straordinaria e che alla fine approfitta di un errore con il dritto al volo del numero uno della squadra capitanata da John McEnroe.

Comprensibilmente e legittimamente svuotato dalla battaglia, Berrettini cede la battuta nel terzo game e non trova armi sufficientemente valide per rientrare. Con FAA che non apporta particolari modifiche al piano tattico e che riesce a leggere sempre con più lucidità le variazioni di Berrettini, che condensa come nella stragrande maggioranza dei casi quasi tutti gli errori sul lato debole.

Berrettini applica alla perfezione lo schema servizio-dritto in avvio di super tie break e sul 3-2 riesce a liberarsi dello scambio sulla diagonale sulla diagonale sinistra con una sberla di dritto che frutta il 4-2. Il canadese contribuisce alla causa al primo cambio campo con un doppio fallo e rimane immobile sulla prima di servizio di Berrettini nel punto immediatamente successivo.

Chiamato a difendere un vantaggio di 6-2, il tennista azzurro perde uno dei due mini-break da vantaggio dopo aver toccato quota otto - grazie a una splendida soluzione di dritto, perfezionata da una comoda volée naso alla rete - ma non sbaglia nei due successivi punti e alla prima occasione utile chiude la pratica, bissando il successo contro il canadese della passata edizione.