Rivoluzione Atp sul circuito Challenger: le parole di Gaudenzi sulle grandi novità



by MARTINA SESSA

Rivoluzione Atp sul circuito Challenger: le parole di Gaudenzi sulle grandi novità

L’Atp rivoluziona il circuito Challanger. Nella nuova stagione, che avrà il suo inizio nel gennaio 2023, ci saranno delle grandi novità che coinvolgono il circuito di seconda fascia del tennis maschile. L’annuncio ha riassunto in tre punti, corrispondenti ai tre settori che sono stati “colpiti” da questa riforma: la suddivisione delle categorie; il record in merito al montepremi; il nuovo calendario.

In merito al primo punto, l’Atp ha annunciato che le due categorie ora esistenti, i Challenger 90 e 110, saranno gradualmente eliminate. A partire dal 2023, le categorie principali saranno quattro:

  1. Challenger 50
  2. Challenger 75
  3. Challenger 100
  4. Challenger 125
Oltre a queste nuove categorie, ce ne sarà anche una quinta: un Challanger 175 premium, che si svolgerà durante gli Atp Masters 1000 di Indian Wells, Roma e Madrid.

Questo tipo di categoria sarà diverso anche nel montepremi: quest’ultimo ammonterà a $ 220.000. Il secondo aspetto che verrà modificato sarà appunto il montepremi. In generale, ci sarà un aumento dei guadagni per ogni round che viene superato, in modo da aiutare i giovani tennisti che si avventurano in questo sport.

L’Atp prospetta che il montepremi del 2023 aumenterà del 60% rispetto all’anno in corso (da $ 13,2 milioni a un record di $ 21,1 milioni): a subire notevoli cambiamenti saranno soprattutto i Challenger 100 e 75.

Ultimo cambiamento riguarderà, infine, il calendario: nuovo numero record di eventi, arrivando fino a quota 195, con i 183 attuali. Cambiamenti non solo nei numeri, ma anche in termini di superfici su cui si disputeranno i tornei e le regioni che li ospiteranno.

Le parole di Gaudenzi

Il Presidente dell’Atp Gaudenzi ha commentato i cambiamenti promossi a favore del Challenger Tour. “Il Challenger Tour è il trampolino di lancio del tennis professionistico maschile – ha dichiarato all’Atp a proposito della prossima stagione – Questi cambiamenti rappresentano un passo avanti fondamentale: aumenta il potenziale di guadagno per i giocatori e le categorie diventano più equilibrate, sia dal punto di vista delle superfici sia delle regioni.

Lo standard dei nuovi tornei, dunque, subirà un innalzamento. Questo, però, è solo l'inizio: rimane l’impegno a fornire sviluppi nei prossimi mesi e anni".

Challenger