Race to Torino: c'è l'ufficialità su Carlos Alcaraz, trema Novak Djokovic

Lo spagnolo conquista la semifinale degli Us Open e sbarca a Torino; novità anche su Tsitsipas e Djokovic

by Martina Sessa
SHARE
Race to Torino: c'è l'ufficialità su Carlos Alcaraz, trema Novak Djokovic

Carlos Alcaraz fa bottino pieno agli Us Open. Il tennista spagnolo ha vinto in una maratona di più di cinque ore il match di quarti di finale contro Jannik Sinner, conquistando dopo cinque set la prima semifinale in un torneo Slam: all’età di 19 anni, è il più giovane da Rafael Nadal nel 2005.

La partita più lunga della storia degli Us Open ha portato un altro traguardo al numero due spagnolo: la qualificazione per le Nitto Atp Finals di Torino è ufficiale. Non c’è ancora l’ufficialità, ma ha superato la soglia dei punti necessari per approdare alle Finals di Torino anche Stefanos Tsitsipas.

Il greco, grazie alla vittoria del Masters 1000 di Montecarlo ma non solo, è arrivato a quota 4630 punti, con il limite fissato a 4455. Il campione del titolo nel 2019, all'età di 21 anni, sbarcherà di nuovo a Torino, dopo la presenza non felice dello scorso anno: è stato costretto al ritiro nella fase a gironi per un problema al gomito, che l'ha portato poi a subire un'operazione.

La situazione di Ruud e Djokovic

Ottime notizie arrivano anche per Casper Ruud in ottica Race.

Mancano solo 50 punti al finalista del Roland Garros per tornare anche lui a Torino per le Nitto Atp Finals: il norvegese è arrivato a quota 4405, ma il suo percorso agli Us Open non è ancora terminato e può ottenere i punti necessari per superare la soglia già a New York.

Situazione opposta vede coinvolto Novak Djokovic. Il tennista serbo non è tra i primi otto, ma secondo una regola dell’Atp un vincitore Slam può essere il numero otto dei qualificati per le Finals, purché chiuda la stagione tra la nona e la ventesima posizione della Race.

Il vincitore di Wimbledon, tuttavia, si trova attualmente quindicesimo sono rimaste cinque posizioni che fungono da “cuscinetto”. Attenzione però a Karen Khachanov, per ora dietro di lui: il russo non ha ancora terminato il suo percorso agli Us Open; quindi, con un’ipotetica finale potrebbe avvicinarsi ancora di più all’ex numero uno del mondo. Photo credits: @carlitosalcarazz

Carlos Alcaraz Novak Djokovic Us Open
SHARE