Atp Cincinnati - Tsitsipas si vendica di Medvedev: sarà finale contro il rinato Coric



by   |  LETTURE 4959

Atp Cincinnati - Tsitsipas si vendica di Medvedev: sarà finale contro il rinato Coric

Dalla vittoria a Roma, Stefanos Tsitsipas aveva intervallato un periodo piuttosto negativo solamente con il guizzo a Maiorca. Per il resto, aveva incassato in maniera piuttosto goffa due scottanti sconfitte Slam e persino il passo falso contro Jack Draper nella prima tappa della mini-tournée sul cemento nordamericano alle porte degli Us Open.

Per comprendere la portata della finale raggiunta a Cincinnati, ovviamente la prima, bisogna considerare anche che il talento greco aveva perso i sette precedenti contro Daniil Medvedev sul cemento. 'Tsitsi' gioca una partita di straordinaria intelligenza e approfitta nel rush finale dei malumori del numero uno del mondo, che si lascia inspiegabilmente distrarre dai fuochi d'artificio consegna sostanzialmente la partita all'avversario con quattro doppi falli.

Emblematico il 7-6(3) 3-6 6-3 che matura alla soglia delle due ore e trenta di gioco. Medvedev rimanda l'appuntamento con la prima finale '1000' in stagione, ma mantiene comunque la vetta del ranking con un vantaggio minimo rispetto ai due principali inseguitori: Nadal, battuto al secondo turno, ma anche Carlos Alcaraz, battuto parallelamente agli ottavi di finale.

Continua la favola Coric: battuto in semifinale Norrie

Ecco: proprio la coppia Coric-Norrie, capace di estromettere completamente la Spagna dal torneo, si contende un posto in finale. La redenzione totale del tennista croato passa proprio dal successo ai danni del britannico e dalla prima finale in un '1000' dal 2018 contro Novak Djokovic a Shanghai.

Coric, che dà quindi un senso al successo contro Nadal nella migliore delle maniere, in realtà sbriga la pratica Norrie senza particolari difficoltà. Proprio come la sera precedente mantiene standard incredibilmente alti con la prima di servizio - che gli frutta sostanzialmente il 79% dei punti - ma soprattutto pone rimedio all'unico momento di difficoltà del match (in avvio di primo set) e spalma in maniera chirurgica i due successivi set archiviando la pratica sul 6-4 6-3.

Straordinario balzo in avanti anche in classifica, dato che la finale in Ohio permetterà al croato di scalare 104 posizioni e di rientrare in Top 50. Con il successo finale andrebbe addirittura a bussare di nuovo alla porta dei primi trenta giocatori del mondo. Photo Credit: Getty Images