Atp Cincinnati - Brilla Norrie, ko anche Alcaraz. Medvedev-Tsitsipas semi extralusso



by   |  LETTURE 9216

Atp Cincinnati - Brilla Norrie, ko anche Alcaraz. Medvedev-Tsitsipas semi extralusso

Carlos Alcaraz vince quattro punti in più e chiude con un bottino di quarantatré vincenti, venti in più rispetto a Cameron Norrie. Eppure alla fine di una maratona di oltre tre ore è proprio il tennista britannico - già semifinalista sui prati di Church Road lo scorso luglio - a raggiungere il tavolone dei primi quattro anche in Ohio.

Norrie non sfrutta immediatamente un set e un break di vantaggio e parallelamente si ritrova a due punti dal 4-1 Alcaraz nel rush finale. Alla fine chiude con un parzialone di 5-1 una partita straordinariamente intensa e insieme alla prima semifinale a Cincinnati ritocca il best ranking e si accomoda sul gradino numero nove del ranking.

Ad attenderlo ci sarà Borna Coric, che dopo la vittoria contro Nadal e la brillante prova del nove contro Bautista Agut si sbarazza con un doppio 6-4 di Bautista Agut e raggiunge la terza finale '1000' in carriera: ovviamente la prima dal 2018 a Shanghai.

In quel caso aveva battuto Roger Federer prima di 'sbattere' contro Novak Djokovic in finale.

Medvedev-Tsitsipas semifinale extralusso

Nella lotta contro il servizio di John Isner, Stefanos Tsitsipas riesce a trovare una soluzione nel terzo set.

Dopo aver vinto il primo, ovviamente al tie break, il talento greco si concede allo statunitense ai piedi di un nuovo jeu decisif con un turno di battuta assolutamente sciagurato, ma approfitta nella parte finale del match del black-out di Isner nel sesto gioco che manca un vantaggio di 30-0 e che sostanzialmente regala a 'Tsitsi' la vittoria.

Del tutto circostanziali gli ultimi due turni di battuta che fruttano il 7-6(4) 5-7 6-3 alla soglia delle due ore e venti di gioco. Sarà una semifinale extra-lusso con il numero uno del mondo Daniil Medvedev, che ha bisogno degli straordinari per abbattere la resistenza di un buonissimo Taylor Fritz.

Reduce tra le altre cose dalla passeggiata di saluta con Nick Kyrgios e Andrey Rublev. Il russo, che condensa la stragrande maggioranza delle difficoltà nel corso del primo set, chiude alla fine sul 7-6(5) 6-3 e ritorna a raggiungere quanto meno il tavolone dei primi quattro in Ohio. Photo Credit: Getty Images