Race to Torino - Berrettini e Sinner restano distanti, vola Carlos Alcaraz



by   |  LETTURE 30611

Race to Torino - Berrettini e Sinner restano distanti, vola Carlos Alcaraz

La vittoria di Jannik Sinner nel torneo Atp di Umago riaccende la luce attorno al tennista altoatesino. Più che la vittoria del torneo fa rumore il successo sull'avversario, con Jannik che per la prima volta ha battuto un Top 5 della classifica mondiale.

Va specificato che Sinner ha battuto Alcaraz anche un mese fa ma lo spagnolo era numero 6 in quel momento. Ottime notizie per la vittoria del torneo, ma Jannik così come gli altri azzurri resta dietro in classifica, soprattutto per la Race, classifica che decide chi andrà alle Finals di fine anno a Torino.

In questo momento nessun azzurro andrà alle Finals di Torino e di conseguenza ora Berrettini e Sinner devono 'spingere forte' per il tour americano. Il cemento è una superficie gradita sia a Matteo che soprattutto a Sinner e tra i vari Masters 1000 e gli Us Open 2022 Sinner ha una grossa chance.

L'assenza di Novak Djokovic, uno dei pochi capace di battere Jannik in questo periodo potrebbe rivelarsi un'arma in più per crescere in classifica. Nadal continua a fare i conti con i propri problemi fisici mentre Alexander Zverev lavora ancora per riprendersi dal grave infortunio subito a Parigi.

Race, ecco la classifica

Rafa Nadal e Carlos Alcaraz guidano la classifica della Race e sono certi della presenza a Torino. Il maiorchino cercherà di essere nelle migliori condizioni possibili all'evento visto che le Finals sono l'unico grande torneo della carriera che Nadal non ha mai vinto.

Dietro Alcaraz ci sono Tsitsipas e Ruud ed a meno di clamorosi colpi di scena hanno acquisito il margine necessario per essere in Italia. Situazione differente invece per Zverev, al momento quinto ma il cui infortunio mette tutto in stand by con gli azzurri che devono guardare soprattutto al tedesco.

In sesta posizione c'è poi il numero uno al mondo Daniil Medvedev: il russo, in campo questa settimana a Los Cabos, viene da un'annata tutt'altro che positiva ma ora arriva il suo periodo dell'anno migliore e tra i 1000 e gli Us Open può confermare la sua presenza.

L'ultimo posto per Torino è quello relativo ad Andrey Rublev con il russo che alterna ottime prestazioni a tornei più deludenti. Fuori classifica ma già a Torino Novak Djokovic: con la vittoria di uno Slam il serbo si è assicurato per regolamento la presenza alle Finals e nonostante il decimo posto potrà provare a vincere l'ennesimo titolo della sua straordinaria carriera.

Berrettini e Sinner restano al momento dietro, al 12 e 13 posto con l'altoatesino che ha recuperato qualche punticino grazie ad Umago ma troppo poco per impensierire i migliori, le prossime settimane saranno decisive per loro.

Ecco il ranking di quest'anno, la cosiddetta Race:

  1. Nadal 5620
  2. Alcaraz 4270
  3. Tsitsipas 4010
  4. Ruud 3315
  5. Zverev 2700
  6. Medvedev 2575
  7. Rublev 2415
  8. Auger-Aliassime 2385
  9. Fritz 2060
  10. Djokovic 1970
  11. Hurkacz 1890
  12. Berrettini 1845
  13. Sinner 1680