Atp Amburgo - 400 volte Fognini. Soffre ma passa Alcaraz

Fabio Fognini ragigunge il secondo turno e taglia il traguardo delle 400 vittorie in carriera. Fuori Nardi contro Carreno Busta

by Perri Giorgio
SHARE
Atp Amburgo - 400 volte Fognini. Soffre ma passa Alcaraz

La terra di Amburgo restituisce qualche buona sensazione a Fabio Fognini, campione nel 2013 e finalista nel 2015. Il taggiasco ha comunque bisogno degli straordinari per abbattere la resistenza di Aljaz Bedene, vittima preferita nel circuito maggiore, ma soprattutto per tagliare il traguardo delle 400 vittorie nel circuito maggiore e diventare di fatto il primo tennista azzurro a riuscirci nella storia.

Non una prestazione brillante quella del campione di Monte-Carlo edizione 2019 (sostanzialmente a secco di buoni risultati in singolare dalla semifinale a Belgrado ad aprile) costretto al terzo set e soprattutto a un complicatissimo tie break nel rush finale.

Tie break condito peraltro dalle polemiche. Lo sloveno, che contesta la chiamata su una prima di servizio su una situazione di 1-1 e che sporca poi il taccuino con un doppio fallo, si ritrova sotto 2-5 prima di approfittare di due errori piuttosto grossolani di Fognini.

Superato il momento, l'azzurro costruisce in maniera perfetta i due punti successivi e con un dritto in avanzamento - alla seconda opportunità utile a disposizione - sigilla la pratica sul 6-3 3-6 7-6(5), battibecca con Bedene per cinque minuti e si accomoda al secondo turno nello spicchio di tabellone di Karen Khachanov.

Nardi fuori, che fatica per Alcaraz

Buona esperienza per Luca Nardi, comprensibilmente fermato però da Pablo Carreno Busta al primo turno. Tutto estremamente facile in realtà per il tennista spagnolo che in poco più di sessanta minuti di gioco sigilla il successo sul 6-2 6-1 e supera il taglio del primo turno dopo la semifinale a Bastad della passata settimana.

Più complicata del previsto invece la prima avventura 'rossa' per Carlos Alcaraz alla vigilia della tournée sudamericana. Come Fognini, il talento spagnolo deve infatti recuperare un set di ritardo e soprattutto aggrapparsi al tie break nel terzo set per avere la meglio del tedesco Klahn.

Emblematico il 3-6 6-3 7-6(4) che matura oltre le due ore e venti di gioco in favore del numero uno del seeding, reduce dagli ottavi di finale sui prati dei Championships. Photo Credit: Getty Images

Alcaraz Fabio Fognini Carreno Busta
SHARE