Carlos Alcaraz: "Ho un obiettivo per fine stagione. Sto imparando diverse cose"

Il tennista spagnolo dichiara gli obiettivi tra Amburgo e fine stagione

by Giuseppe Di Lauro
SHARE
Carlos Alcaraz: "Ho un obiettivo per fine stagione. Sto imparando diverse cose"

Carlos Alcaraz è pronto per il debutto al 500 di Amburgo contro il padrone di casa Nicola Kuhn. Il giovanissimo tennista spagnolo dopo due settimane di pausa post Wimbedon dove ne ha approfittato per potersi preparare nuovamente a questo torneo sul rosso, si sente in fiducia e pronto per scendere in campo "So che sto giocando bene, mi sento molto a mio agio a giocare qui, sempre sulla terra battuta, ma è sempre una grande sfida lasciarsi alle spalle il tour sull'erba e tornare sul rosso.

Mi sono allenato un paio di giorni in Accademia e anche qui, mi sento pronto per iniziare il torneo nel miglior modo possibile, vengo qui per il titolo". Su ciò che ha imparato in questa stagione
"Ho imparato a giocare contro i migliori giocatori del mondo, nei grandi stadi e nei momenti importanti.

Ho imparato a gestire la pressione, a gestire i nervi nelle partite importanti, mi sento molto più maturo da questo punto di vista. Credo sia questo il motivo per cui mi trovo dove sono ora.

Tra obiettivi e Amburgo

Se ha come obiettivo essere tra i primi tre
"Sarebbe un buon obiettivo, ma in questo momento non penso alla classifica, ma a raggiungere le ATP Finals di Torino a fine stagione.

Per me la classifica, in questo momento, non è la cosa più importante, anche se lotto per continuare a vincere partite e tornei, è questo che mi porterà a continuare a salire". Sul fatto che abbia salito rapidamente la classifica
"La verità è che un po' sì, ho avuto risultati sorprendenti quest'anno, non mi aspettavo di evolvere così velocemente, ma lavoro per questo.

Come dico sempre, il duro lavoro paga, anche se nel mio caso è stato tutto un po' rapido e sorprendente". La decisione di giocare ad Amburgo
"Ho parlato con Pablo, che ha vinto il torneo dello scorso anno. Naturalmente ho parlato anche con Juan Carlos, che ci ha giocato per molti anni e ha giocato molto bene qui.

Ho deciso di venire qui perché Amburgo è un grande torneo, sapevo che ci sarebbero stati grandi giocatori, quindi ero sicuro di disputare buone partite fin dall'inizio. Inoltre, sia Pablo che Juan Carlos mi hanno sottolineato che si trattava di un evento bellissimo.

Kuhn al primo turno
"Lo conosco molto bene perché è un giocatore che all'epoca si allenava anche all'Accademia Juan Carlos, e in più ha anche giocato delle partite contro mio fratello maggiore quando erano entrambi bambini".

Carlos Alcaraz
SHARE