“Riceve un trattamento preferenziale”: l’accusa dei detenuti verso Boris Becker



by   |  LETTURE 8455

“Riceve un trattamento preferenziale”: l’accusa dei detenuti verso Boris Becker

Lo scorso aprile, l’ex campione Slam Boris Becker ha ricevuto una condanna a due anni e mezzo di carcere con l’accusa di bancarotta fraudolenta. Pena che il tedesco sta scontando nella casa circondariale di Wandsworth (Regno Unito), dove però non starebbe vivendo la permanenza duramente come qualcuno poteva immaginare.

Questo è ciò che trapela dai detenuti della struttura e le loro rispettive famiglie, la cui voce è stata ‘presa in prestito’ da una fonte segreta che si è messa in contatto con il quotidiano The Sun.

In primis, questi ultimi lamentano il fatto che Boris Becker abbia ricevuto quasi subito l’incarico di docente di inglese e di sport, cosa che un detenuto può riuscire a guadagnare come ‘premio’ ma soltanto dopo diverso tempo: “Di solito devi scontare anni di servizio prima di ottenere un lavoro come assistente all'insegnamento, perché è visto come un privilegio” , ha detto la fonte anonima al tabloid inglese.

Il tedesco ha invece ottenuto il lavoro dopo poche settimane dalla sua entrata in carcere, cosa che fa invidia agli altri detenuti. “Boris Becker non ha esattamente la vita lussuosa in prigione a cui è abituato, ma sta meglio della maggior parte dei detenuti” , ha proseguito la fonte.

La ricostruzione della condanna inflitta a Becker

Lo scorso 21 marzo è iniziato il processo contro Boris Becker. Un processo che lo ha poi definitivamente condannato a due anni e mezzo di carcere. Becker rischiava in realtà fino a sette anni di detenzione, ma il giudice di Southwark ha alla fine deciso di infliggere all’ex tennista tedesco una pena equivalente a 30 mesi di reclusione.

Becker che sconterà metà della pena in carcere e il restante periodo di detenzione in regime di semilibertà. “È da notare come lei non abbia ammesso la sua colpa e nemmeno mostrato rimorso” , ha spiegato il giudice Deborah Taylor nel corso della sentenza.

“C’è stata da parte sua una totale mancanza di umiltà” . In tutto sono quattro, su 24 totali, le imputazioni legate alla vicenda per il quale è stato condannato. Becker, che si è sempre dichiarato innocente, aveva affidato la sua reazione alle accuse al proprio account Twitter negli scorsi anni.

“Innocente fino a prova contraria! Nego le accuse contro di me e mi difenderò con tutti i mezzi legali" , aveva commentato. “Credo nel sistema legale del Regno Unito e nei suoi agenti. Il mio team di avvocati dimostrerà la mia innocenza” .

👇🏻 Seguiteci anche su Instagram 👇🏻
http://tiny.cc/Instagram_TWI