Valentina Vezzali esulta con Matteo Berrettini: “Ora testa a Wimbledon”



by   |  LETTURE 1144

Valentina Vezzali esulta con Matteo Berrettini: “Ora testa a Wimbledon”

Alla vigilia del suo rientro, probabilmente nessuno avrebbe scommesso su una ‘doppietta’ come quella messa a segno da Matteo Berrettini. L’azzurro, che è stato fermo ai box per circa tre mesi dopo l’intervento alla mano, non solo è tornato prima del previsto iscrivendosi a Stoccarda, ma quel torneo lo ha vinto e ha vinto anche quello immediatamente successivo: il Queen’s, che lo ha visto trionfare per la seconda edizione consecutiva.

“Troppe emozioni. L’ultima cosa che mi sarei aspettato dopo l’infortunio era quella di tornare e vincere due tornei in fila, di cui uno tanto prestigioso quanto questo” , aveva dichiarato il romano al termine della partita.

“Non voglio piangere, non riesco ancora a crederci. Il merito è soprattutto del mio team” . Berrettini che, con il successo in finale contro Filip Krajinovic, ha posto in bacheca il trofeo numero sette della sua carriera.

Fiumi di messaggi di congratulazioni sono stati recapitati al campione azzurro sui social, tra cui anche quello della sottosegretaria allo Sport Valentina Vezzali, che su Twitter ha esultato con Matteo Berrettini per la vittoria al Queen’s: “Grandissimo Matteo!

Berrettini batte Krajinovic 7-5 6-4, vince la seconda finale consecutiva dopo il rientro e la seconda finale consecutiva al Queen’s. Adesso testa a Wimbledon” , ha scritto la ex campionessa olimpica di scherma.

Berrettini punta Wimbledon: “Mi sento più forte”

Con la vittoria del Queen’s, a Matteo Berrettini resta un solo torneo sull’erba da disputare e, soprattutto, da conquistare: Wimbledon.

L’obiettivo del romano non è solo puntare a centrare nuovamente la finale raggiunta lo scorso anno, ma ritrovare anche lo stesso avversario, Novak Djokovic. “Sarebbe una bellissima cosa, nonché un bel test” , ha dichiarato l’azzurro al TG1.

“So che non è facile, ogni partita va sudata. C’è molta fiducia, ma lo Slam è una cosa a parte. Sarebbe bello arrivarci, sono sicuro che il risultato sarebbe un pochino diverso perché mi sento un giocatore più forte, un po’ più maturo, speriamo si possa ripetere questa partita” , ha concluso l’attuale numero undici del mondo.

👇🏻 Seguiteci anche su Instagram 👇🏻
http://tiny.cc/Instagram_TWI