Atp Queen's - Berrettini vince anche quando non brilla: battuto Kudla, ai quarti Paul



by   |  LETTURE 1730

Atp Queen's - Berrettini vince anche quando non brilla: battuto Kudla, ai quarti Paul

Vincere, vincere anche quando le cose non funzionano. Citofonare a casa Berrettini per maggiori informazioni. Nonostante una prestazione opaca, il numero uno del gruppo Italia - costretto al bis nel torneo inglese per rimanere aggrappato al treno della Top 10 - riesce a trovare delle alternative valide, a ribaltare la situazione e soprattutto a raggiungere quanto meno il tavolo dei primi otto sui prati del Queen's.

Il tutto grazie a una rocambolesca vittoria ai danni di Denis Kudla. Dopo un primo set decisamente negativo, il campione edizione venti-ventuno ripristina le gerarchie e nonostante le innumerevoli indecisioni riesce a fissare il sesto successo consecutivo sul 3-6 7-6(5) 6-4 alla soglia delle tre ore di gioco.

Ad attenderlo ai quarti di finale Tommy Paul, giustiziere di Stan Wawrinka. Berrettini si rivela subito vulnerabile con la battuta a disposizione. Manco a dirlo concede palle break in tre dei quattro turni di battuta del primo set.

Kudla, che applica una tattica decisamente aggressiva, piazza la zampata decisiva sul 4-3 e completa poi la pratica con un turno a zero privo di qualsivoglia grattacapo. Non è un Berrettini versione-deluxe quello della seconda scampagnata sui prati del Queen's.

Anche se con il secondo set ritorna a martellare con il servizio e soprattutto a rendersi un minimo più pericoloso nei turni di risposta. Il numero uno del gruppo Italia, costretto a vincere il torneo per rimanere aggrappato alla Top 10, non sfrutta la prima palla break del match (sul 2-2) spreca due set point sul 4-5, ma trova comunque il modo per rimanere agganciato alla partita e sfruttare il mini-break di vantaggio che acciuffa in avvio di jeu decisif.

Dopo l'intervento del fisioterapista, probabilmente per una vescica, Berrettini prende il controllo della faccenda. Quanto meno gestisce con più autorità gli scambi prolungati da fondocampo e soprattutto non rimane ingarbugliato sulla diagonale sinistra, dove Kudla tenta ovviamente di appoggiarsi di più.

Insomma, Berrettini sbaglia una facilissima volée sul 30-30 nel primo turno di risposta del deciding set, ma proprio sulla stessa identica situazione di punteggio - sul 2-2 - prima si cava fuori dai guai con uno splendido lob di rovescio e sulla palla break, dopo una lunghissima rincorsa a rete, approfitta dell'errore dello statunitense con il rovescio.

Finita? Macché. Berrettini rimette inmmediatamente in carreggiata Kudla e spreca un'altra chance per la fuga nel game immediatamente successivo, ma ripristina lo stato di vantaggio sul 4-4 e non tentenna nei pressi del traguardo.

Anche se prima di chiudere sprca un match point (sul 40-30) con un sanguinosissimo doppio fallo e offre una palla break a Kudla dopo un grossolano errore di rovescio in fase di impostazione. Decisivo nel caso-salvataggio lo schema servizio-dritto: dal 40-40 si presenta invece in maniera coraggiosa, e redditizia, nei pressi della rete. Photo Credit: Getty Images