Atp Roma - Djokovic ritorna Djokovic. Sesto titolo al Foro, battuto Tsitsipas



by PERRI GIORGIO

Atp Roma - Djokovic ritorna Djokovic. Sesto titolo al Foro, battuto Tsitsipas

Mettete da parte le frustrazioni accatastate fuori dal campo nella prima parte di stagione, le prestazioni incolore ammassate tra Monte-Carlo e Belgrado ai piedi dello Slam parigino. Al Foro Italico è tornato Novak Djokovic.

Quello vero. Il campionissimo serbo vince gli Internazionali d'Italia per la sesta volta in carriera e dopo la vittoria numero 1000 aggancia anche il titolo numero 87. Una partita dalle due facce contro Stefanos Tsitsipas, che fa da spettatore non pagante nel primo set e dilapida un break di vantaggio nel secondo.

'Nole' diventa tre le altre cose anche il più 'anziano' giocatore a vincere Roma a un anno esatto da Nadal, che nella finale della passata edizione (proprio contro il serbo) aveva 34 anni, 11 mesi e 11 giorni giorni.

Beffato per poco più di una settimana lo spagnolo. Emblematico comunque il 6-0 7-6(5) finale.

Djokovic ritorna al successo: è il primo del 2022

Il primo set è tanto un allenamento agonistico (per Djokovic) quanto una brutale ripetizione (per il greco).

Nole imposta la prima mezzoretta di gioco in maniera semplicemente perfetta. Manco a dirlo anticipa ogni singolo quindici in risposta, chiude con il 90% dei punti con la prima palla e tendenzialmente, grazie a una tendenza straordinariamente propositiva, elimina completamente dal piano tattico gli errori non forzati.

'Tsitsi' non brilla, certo, ma più che altro pecca per un atteggiamento piuttosto remissivo. Il 6-0 non è bugiardo, ma probabilmente eccessivo. Ecco: a Tsitsi basta cambiare un attitudine e a Djokovic è sufficiente calare minimamente, soprattutto con la battuta a disposizione.

La partita cambia completamente, con il talento greco che fa un passo in avanti nel corso degli scambi prolungati e mette più in difficoltà Djokovic. Costretto agli straordinari persino sotto 1-4 dopo un parziale di 2-12.

Djokovic si affaccia sul 15-30 nel settimo game, ma soprattutto sul 3-5. Con intelligenza, e con incredibile precisione, su uno dei punti più delicati del set non prende rischi ma sposta il greco da destra a sinistra fino a costringere il greco a una telefonatissima palla corta.

Alla prima occasione utile, il campionissimo serbo rimane attento e rientra prepotentemente in carreggiata e non manca ovviamente il più delicato degli appuntamenti con il tie break. Djokovic non prende rischi eccessivi: più che altro stuzzica il greco all'errore.

Il più pesante arriva sul 2-2, anche se non si rivela immediatamente decisivo nell'economia del match. Djokovic schizza sul 5-2, ma con la battuta a disposizione sul 5-4 perde un braccio di ferro sulla diagonale del dritto. Un ace fa comunque da preludio a un errore di 'Tsitsi' in fase di impostazione. Photo Credit: Getty Images

Atp Roma