Atp Madrid - Alcaraz porta a lezione Zverev: secondo 1000 in carriera e Top 5 vicina



by   |  LETTURE 5065

Atp Madrid - Alcaraz porta a lezione Zverev: secondo 1000 in carriera e Top 5 vicina

Partiamo dai numeri? Partiamo dai numeri. Senza tenere in considerazione le vittorie su Nadal e Djokovic - mai nessuno li aveva mai battuti in un torneo sul rosso, peraltro in poco più di ventiquattro ore - Alcaraz si libera di Zverev in sessantuno minuti di gioco e dopo Indian Wells aggiunge un altro '1000' alla collezione.

Lascia poco spazio alle interpretazioni il 6-3 6-1 finale: anzi, a tratti è anche bugiardo dato che il tedesco vince solamente due punti in risposta nel corso del primo set. Sul gropppone del tedesco, forse, anche le due sciagurate ore contro Tsitsipas nel Saturday Night Show dopo la finale femminile tra Jabeur e Pegula.

Insomma: il talento spagnolo diventa in un attimo il giocatore con più vittorie e con più titoli in stagione (28 e 4) nonché il più giovane campione del torneo dopo... Provate a indovinare voi.

Reduce dalla vittoria a Barcellona, Alcaraz cala il bis e rientra ovviamente nella ristrettissima cerchia dei favoritissimi anche con lo sgaurdo ben fisso su Roma e Parigi. Forse, forse, è già l'uomo da battere.

Lo spagnolo si avvicina tra le altre cose anche alla Top 5: Tsitsipas dista adesso poco più di sessanta punti.

Inizia Roma: si qualifica Zeppieri

La seconda domenica di Madrid coincide anche con la prima domenica di Roma.

Come di consueto, vetrina abbastanza suggestiva per le wild card nel tabellone principale. Povera di sorprese, a ogni modo, la giornata sul Campo Centrale. Christian Garin si sbarazza di Francesco Passaro con un nettimo 6-3 6-2, Marin Cilic batte invece Matteo Arnaldi con un 6-1 6-4 condito solo da un piccolo spavento nel cuore del secondo set.

Partito dalle qualificazioni, Giulio Zeppieri conquista un posto nel tabellone principale al Foro Italico con una vittoria tanto dura quanto importanti ai danni di Emiil Ruusuvuori. Affascinante (e forse neanche troppo scontata) la sfida di primo turno con Karen Khachanov.

Povero di azzurre il tabellone cadetto: da registrare comunque le qualificazioni di Petra Martic, Yulia Putintseva e Lauren Davis.