Zverev numero uno del mondo al Roland Garros: le possibili combinazioni



by   |  LETTURE 5389

Zverev numero uno del mondo al Roland Garros: le possibili combinazioni

L’inizio di stagione di Alexander Zverev non è stato all’altezza delle aspettative. Il tennista tedesco ha faticato molto nei primi mesi del 2022: i tornei sul cemento non sono stati a lui favorevoli, riuscendo a raggiungere una sola finale, quella sul’indoor di Montepellier, ma uscendo sconfitto per mano dell’omonimo Bublik.

La terra rossa, invece, sembrava all’inizio dare maggiore sicurezza al numero tre del mondo: al primo Masters 1000 su questa superficie, Montecarlo, ha raggiunto le semifinali, venendo sconfitto dal vincitore, Stefanos Tsitsipas.

Nonostante questo graduale ritorno, il passo successivo è stato un fallimento, uscendo al primo turno in casa propria, all’ATP di Monaco. A Madrid, torneo che lo vede campione in carica, Zverev sembra aver ritrovato davvero le giuste sensazioni, ottenendo la finale, sconfiggendo in semifinale Tsitsipas e vendicando, dunque, il match di Montecarlo.

Il Mutua Madrid Open può rappresentare una svolta per il tedesco, anche in ottica classifica. Beneficiando dell’assenza di Daniil Medvedev dal circuito, esistono le combinazioni per cui Alexander Zverev possa diventare il nuovo numero uno del mondo.

Le combinazioni vincenti

Con il fine di diventare il numero uno del mondo, per Alexander Zverev è necessario vincere sia il torneo di Madrid sia gli Internazionali di Roma. Due obiettivi alla sua portata: a Madrid ha già vinto due volte, nel 2018 e nel 2021; a Roma, nel 2017, vincendo contro Novak Djokovic.

Il futuro del tedesco, tuttavia, dipende anche dai risultati del serbo. Per avanzare nella prima posizione del ranking, all’attuale numero tre del mondo serve che Djokovic non raggiunga la finale di Roma, conquistata proprio lo scorso anno.

Con queste combinazioni, il vincitore delle ultime ATP Finals potrebbe arrivare al Roland Garros come numero uno del mondo. Un passaggio importante per Zverev, che ha vinto 5 Masters 1000 e due ATP FInals, ma non ha mai conquistato un titolo del Grande Slam.

Unica finale raggiunta è stata nel 2020, agli US Open, venendo sconfitto in una battaglia da cinque set dall’austriaco Dominic Thiem.

Photo credits: twitter @MutuaMadridOpen