Atp/Wta Madrid - Murray vince la partita 'acciaccata' con Thiem. Halep 30 e lode



by   |  LETTURE 1171

Atp/Wta Madrid - Murray vince la partita 'acciaccata' con Thiem. Halep 30 e lode

Una potenziale finale Slam è diventata una partita da tuesday-night a Madrid. La sfida tra il tre volte campione Slam Andy Murray e Dominic Thiem, che sta faticando a rientrare dopo dodici mesi di stop, finisce nella maniera più preventivata e preventivabile possibile.

E quindi con la vittoria, anche abbastanza netta, di 'Sir Andy' con un netto 6-3 6-4. La partita anticipa tra le altre cose la fine del programma del day-3 con Shapovalov che batte Humbert e raggiunge al secondo turno proprio il britannico.

Soffre più del previsto Cameron Norrie, che per abbattere la resistenza di Kwon ha bisogno di due long set. Anche se in realtà evita in ambo i casi il tie break.

Halep, mina vagante nel tabellone femminile

Dopo Paula Badosa, anche Coco Gauff.

Le insidie proposte dal tabellone del Madrid Open non delegittimano Simona Halep dallo status di mina-vagante. Anzi. Dopo la nettissima vittoria ai danni della numero due del seeding, la non-testa-di-serie più pericolosa del draw supera con un doppio 6-4 anche la stellina statunitense, che raccoglie otto game (quattro per set) ma che chiude con più di qualche recriminazione.

Manco a dirlo nel secondo non sfrutta un mega-vantaggio di 4-2 40-0 e non muove più il punteggio. Ad attenderla Ons Jabeur, che liquida parallelamente la complicata pratica Ons Jabeur, per la rumena si tratta peraltro della vittoria numero trenta sul suolo madrileno.

Amanda Anisimova, nonostante il brivido finale, si sbarazza abbastanza agevolmente di Viktoria Azarenka e conferma il buonissimo stato di forma dopo i successi ai danni di Aryna Sabalenka e Petra Martic. Meno severo del previsto il 6-1 6-4 finale dato che la stellina statunitense ha avuto anche tre match point consecutivi sul 6-1 5-1.

Decisivo sul 5-4 il 40-0 iniziale che ha spento di fatto tutte le speranze della tennista bielorussa. Sfiderà Ekaterina Alexandrova, che per battere Jelena Ostapenko ha invece bisogno di tre ore e cinque minuti di gioco nonostante il 6-0 del secondo set. Photo Credit: Getty Images