Atp Monaco - Zverev non c'è: brilla il giovanissimo Rune



by   |  LETTURE 4425

Atp Monaco - Zverev non c'è: brilla il giovanissimo Rune

Con le dovute proporzioni, forse abbiamo accontonato troppo presto il nome di Holger Rune dalla lista dei potenziali crack nel circuito maggiore. Non sarà Carlos Alcaraz, certo, ma con la vittoria ai danni di un irriconoscibile Alexander Zverev (va detto) il talentino danese si prende la scena e si avvicina anche ai primi sessanta giocatori del mondo.

Sascha, non propriamente in crisi di risultati - dato che ha vinto diciassette delle ventiquattro partite disputate - continua a singhiozzare. Il tedesco ha sostanzialmente fatto quello che doveva fare, verrebbe da dire peraltro quasi ovunque, ma non ha mai accumulato risultati di spessore.

Ai piedi del Roland Garros probabilmente non la migliore delle notizie. Il numero uno del seeding, due volte campione del torneo e ovviamente principale attrazione della settimana bavarese, in realtà si trascina in campo per una novantina di minuti scarsi senza dare mai la sensazione di avere delle reali opzioni a disposizione.

O più semplicemente di essere in condizioni fisiche accettabili. Arruginito con il servizio e preoccupantemente falloso nella banalissima fase di impostazione, il tedesco fa praticamente in tempo a muovere il punteggio solo in cinque occasioni.

Sfrutta in maniera perfetta la chance Rune, che chiude sul 6-3 6-2 e che si regala ovviamente la vittoria più prestigiosa in carriera. Poco altro da registrare nella giornata a Monaco, con i successi di Nikoloz Basilashvili e Botis Van de Zandschlup.

Nel '250' dell'Estoril passa seppur patendo Frances Tiafoe.

Wta Madrid: si fermano al turno decisivo Bronzetti e Trevisan

Nel tabellone principale del '1000' di Madrid ci saranno solamente Camila Giorgi e Jasmine Paolini.

Chiamate tra le altre cose a due sfide tutt'altro che banali al primo turno (rispettivamente con Jessica Pegula, una vecchia conoscenza, e Ons Jabeur). Dopo aver superato il primissimo taglione nelle qualificazioni, si fermano a un passo dal bottino pieno sia Martina Trevisan che Lucia Bronzetti.

La prima condensa la stragrande maggioranza delle attenzioni nel corso del secondo set contro Kaia Kanepi dopo una brutta partenza, la seconda si arrende invece piuttosto nettamente a Petra Martic. Emblematico il 6-4 6-1 finale. Photo Credit: Getty Images