Atp Belgrado - Djokovic vince e approda in finale. Fognini si schianta su Rublev



by   |  LETTURE 3103

Atp Belgrado - Djokovic vince e approda in finale. Fognini si schianta su Rublev

Questa volta l'appuntamento con la finale nel torneo di casa lo ha centrato, nonostante il solito 'brivido' di aver lasciato un set al suo avversario. Novak Djokovic, caricato da uno scatenato pubblico serbo, ha proseguito la sua striscia di vittorie nell'Atp 250 di Belgrado e domenica 24 aprile potrà disputare l'atto conclusivo del torneo, grazie al successo sul russo testa di serie numero 3 del tabellone Karen Khachanov, in una partita (forse) meno lottata e dura dei primi due turni.

Il rivale alla corte del miglior tennista secondo l'attuale ranking mondiale Atp sarà un altro russo, Andrey Rublev, che si è sbarazzato con non pochi problemi dell'italiano Fabio Fognini, alla sua 41esima semifinale in carriera da atleta professionista.

I due match

Il primo confronto ad andare in scena sul campo principale è quello del padrone di casa, molto acclamato dai suoi tifosi. Tuttavia, l'incontro del serbo non parte sui binari sperati (molto simile ai precedenti due) e subisce subito il break in apertura da Khachanov.

Il 25enne nativo di Mosca sembra avere un altro passo nei game iniziali e non concretizza addirittura l'occasione di portarsi avanti 3-0. Col passare dei minuti Nole acquisisce fiducia al servizio e coi colpi da fondo, ma il suo avversario resta solido in battuta.

Il russo si guadagna l'opportunità di servire per il primo parziale e, dopo aver fronteggiato una pericolosa palla break, se lo aggiudica per 6-4. La risposta di Djokovic non tarda ad arrivare e dall'1-1 un break netto di 5-0 permette al giocatore di Belgrado di pareggiare immediatamente il conto dei set (6-1).

Khachanov accusa il colpo e perde il servizio nel game inaugurale del terzo, fatale per indirizzare il match. Il serbo amministra il vantaggio, strappa nel quinto gioco nuovamente la battuta e si conquista la finale (6-2). Praticamente senza storia la gara fra Rublev e Fognini, col ligure che non riesce in entrambi i set a spezzare il mostruoso rendimento del russo al servizio (oltre l'80% di punti vinti sia con la prima che con la seconda).

Il risultato è un doppio 6-2 che evidenzia i differenti valori in campo. Andrey stacca il pass e proverà a strappare il titolo dalle mani di Nole, mentre il 34enne di Sanremo può ritenersi soddisfatto del cammino portato a termine a Belgrado.