L'ATP reagisce a Wimbledon: pesante comunicato sull'esclusione dei tennisti russi



by   |  LETTURE 7809

L'ATP reagisce a Wimbledon: pesante comunicato sull'esclusione dei tennisti russi

Con un comunicato ufficiale, l’ATP ha deciso di rispondere alla decisione da parte degli organizzatori di Wimbledon di escludere i tenniste e le tenniste russe e bielorusse. Da qualche mese, esistevano voci sulla esclusione dei russi nel terzo Grande Slam della stagione, ma sotto una bandiera neutra, come accade negli altri tornei.

Il New York Times, tuttavia, ha dato la notizia che in UK la regola era cambiata: nessun ingresso per i giocatori di nazionalità russa e bielorussa sull’erba inglese. A questa decisione, l’ATP ha risposto tramite un comunicato ufficiale pubblicato sul proprio sito: “Condanniamo fermamente la riprovevole invasione dell'Ucraina da parte della Russia e siamo solidali con i milioni di persone innocenti colpite dalla guerra in corso”, ha esordito l’organizzazione, “Il nostro sport è orgoglioso di operare secondo i principi fondamentali del merito e dell'equità, in cui i giocatori competono individualmente per guadagnarsi un posto nei tornei basati sulle classifiche ATP.

Riteniamo che la decisione unilaterale odierna di Wimbledon e della LTA di escludere i giocatori di Russia e Bielorussia dallo swing britannico di quest'anno sull'erba sia ingiusta e abbia il potenziale per creare un precedente dannoso per il gioco”.

Una posizione ferma dell’ATP, che condanna la decisione degli organizzatori di Wimbledon di escludere gli atleti sulla base della nazionalità russa o bielorussa. Per questo motivo, nel comunicato si ribadisce l’importanza di far continuare agli atleti le loro partecipazioni ai tornei.

“È importante sottolineare che i giocatori provenienti da Russia e Bielorussia continueranno a essere autorizzati a competere agli eventi ATP sotto una bandiera neutra, una posizione che è stata finora condivisa dal tennis professionistico.

Parallelamente, continueremo il nostro sostegno umanitario congiunto all'Ucraina nell'ambito di Tennis Plays for Peace”, così si conclude il messaggio dell’ATP.

Il comunicato della WTA

Dello stesso avviso è anche la WTA, che anch’essa con un comunicato ufficiale ha condannato la scelta di non far partecipare le tenniste russe e bielorusse al torneo del Grande Slam britannico.

“La WTA condanna fermamente le azioni intraprese dalla Russia e la sua invasione non provocata dell'Ucraina. Continuiamo i nostri sforzi di soccorso umanitario per sostenere l'Ucraina attraverso Tennis Plays for Peace”: questo è l’incipit del comunicato, che prosegue con un messaggio simile a quello sancito dall’ATP. Photo credits: ig @medwed33