Atp Barcellona - Musetti supera Baez. A Belgrado va a Fognini il derby con Cecchinato



by   |  LETTURE 2170

Atp Barcellona - Musetti supera Baez. A Belgrado va a Fognini il derby con Cecchinato

Cinque vittorie e due sconfitte. Questo il ruolino di marcia di Lorenzo Musetti sul rosso ai piedi dei quarti di finale del '500' di Barcellona. Il talentino azzurro, dopo i quarti a Marrakech e gli ottavi a Monte-Carlo, supera quanto meno il taglione del primo turno nel torneo di Casa-Nadal.

Tutt'altro che banale la sfida con il 'terraiolo' Sebastian Baez, finalista a Santiago una manciata di mesi fa e campione nel circuito maggiore in sei occasioni la passata stagione. 'Muso' rimedia a un break di svantaggio nel primo set (grazie a un filotto di quattro game consecutivi) e spezza poi gli equilibri a un passo dal jeu decisif.

Diamtralmente opposta la situazione nel secondo set, con il tennista azzurro che sopravvive al pendolo di break-e-contro-break prima di evitare ancora una volta il 6-6. Il 7-5 7-5 è praticamente una conseguenza logica.

Al secondo turno la non banale (ma non impossibile) sfida con Dan Evans, numero dodici del seeding. Non sfigura Gian Marco Moroni, che in extremis come regalo di 'Pasquone' si prende il tabellone principale - dopo il passo falso nelle qualificazioni - figlio ovviamente del ritiro di Arthur Rinderknech.

'Jimbo' si impegna ma non trova armi sufficientemente valide per sopperire all'esperienza di Jaume Munar, che si impone con un rocciosissimo 6-4 6-2 dopo una novantina di minuti di gioco.

A Fognini il derby con Cecchinato: arriva la decima sconfitta consecutiva

Durano sostanzialmente un set i problemi di Fabio Fognini contro Marco Cecchinato a Belgrado.

Una partita non facile - soprattutto per le condizioni atmosferische - che il talento taggiasco rimette in sesto dopo una partenza piena zeppa di alti e bassi. Manco a dirlo non sfrutta un break di vantaggio in due occasioni, serve con risultati piuttosto modesti per il parziale sul 5-4 (con tanto di vantaggio sul 40-30) e poi lascia complessivamente per strada quattro game a cavallo tra il secondo e il terzo.

Emblematico il 6-7(5) 6-2 6-2 che matura alla soglia delle due ore e trenta di gioco e che vale anche la decima sconfitta consecutiva. Al secondo turno Aljaz Bedene. Photo Credit: Getty Images