Atp Monte-Carlo: Sinner quanto basta, spettacolo Musetti contro Aliassime. Ko Alcaraz



by   |  LETTURE 4996

Atp Monte-Carlo: Sinner quanto basta, spettacolo Musetti contro Aliassime. Ko Alcaraz

Lorenzo Musetti non sarà mai un mostro di continuità. Nel frattempo, ci limitiamo a riportare i risultati del talentino azzurro. Dopo la buonissima settimana in Marocco, il talentino azzurro dà un senso alla vittoria contro Benoit Paire nel Principato ai piedi degli ottavi di finale.

Con la vittoria ai danni di Felix Auger Aliassime porta sul 2-4 il saldo negli scontri diretti contro i primi dieci giocatori del mondo dopo aver battuto nel 2021 Diego Schwartzman ad Acapulco. In realtà 'Muso' ha perso solamente contro Djokovic e Tsitsipas, due volte e due volte.
Il talentino azzurro domina il primo set e contiene in maniera selvaggia i tentativi di rimonta del canadese, che non sfrutta un vantaggio di 3-1 e che gioca un tie break piuttosto povero di contenuti.

Emblematico il 6-2 7-6(2) finale. La vittoria con il punto asterisco ai danni di Borna Coric si tramuta in una vittoria di pura normalità contro Emiil Ruusuvuori. Quello che ci voleva per il tennista azzurro, che aveva lamentato un problema agli addominali contro il croato nel cuore del secondo set.

Insomma: Sinner non brilla, singhiozza con il servizio, ma fa comunque quello che deve fare per evitare il terzo set e per accomodarsi sul 7-5 6-3 dopo due ore scarse di partita. Ecco: contro Andrey Rublev, chiamato prima ad abbattere lo scoglio De Minaur, potrebbe comunque non bastare.

Anche Carlos Alcaraz può perdere. Questo il primo responso dal Principato nel day-4. Nel replay della finale NextGen con Sebastian Korda - peraltro sulla superficie meno gradita - il talento statunitense non sfrutta immediatamente un set di vantaggio, ma fa comunque una gagliarda manovra di disturbo nel secondo.

Manco a dirlo, recupera un break di ritardo, cancella cinque set point sul 4-5 e si 'spegne' apparentemente solamente nel jeu decisif. Quando il pendolo dell'equilibrio pare inevitabilmente spostarsi in direzione Alcaraz, Korda rimedia ancora una volta a un quasi disperato gap di 0-2 e questa volta con un mega-parziale di 5-1 spezza definitivamente gli equilibri.

Il 7-6(4) 6-7(5) 6-3 che matura alla soglia delle tre ore e cinque minuti di gioco è praticamente un manifesto. Ad attenderlo il derby out-of-comfort-zone con Taylor Fritz, freschissimo campione del '1000' di Indian Wells e reduce dal tanto complicato quanto convincente successo ai danni di Marin Cilic.

Lascia francamente poco spazio alle interpretazioni il 6-4 6-4 che Laslo Djere rifila a Lorenzo Sonego, che aveva interrotto un digiuno lungo più di due mesi contro Ilya Ivashka. Il serbo, che gestisce con ordine la faccenda da fondocampo, vince semplicisticamente i punti più importanti e ancor più semplicisticamente gioca una partita migliore. Photo Credit: Getty Images