Atp Miami - Medvedev e Alcaraz avanzano, fatica Tsitsipas. Canada fuori



by   |  LETTURE 2815

Atp Miami - Medvedev e Alcaraz avanzano, fatica Tsitsipas. Canada fuori

La sfida tra ex numeri uno al mondo termina secondo i pronostici della vigilia. Daniil Medvedev, nuovamente a caccia del sorpasso in classifica sul serbo Novak Djokovic, supera senza particolari problemi l'esordio al torneo Master 1000 di Miami, battendo in due rapidi set il britannico Andy Murray, che prova a resistere fino all'ultimo ma non riesce nell'intento di mettere in serie difficoltà il russo.

6-4, 6-2 e un segnale importante lanciato alla concorrenza, visto che il nativo di Mosca deve un po' riscattare la sconfitta molto anticipata di Indian Wells. Nella stessa parte di tabellone avanza il vincitore uscente e detentore del titolo Hubert Hurkacz.

Il polacco si sbarazza del francese Arthur Rinderknech col punteggio finale di 7-6, 6-2 e ora attende il sempre ostico tennista russo Aslan Karatsev, bravo a regolare Ugo Humbert (7-5, 6-2). 4 su 5 per gli Stati Uniti, che portano una massiccia rappresentanza al terzo turno.

L'unico a non faticare è il talentuoso Jenson Brooksby, abile a concedere appena 4 game al georgiano Nicoloz Basilashvili. Le restanti tutte partite in tre set: Korda ha la meglio dello spagnolo Ramos-Vinolas, Paul si aggiudica la sfida con Khachanov dopo un decisivo tie-break (7-3), mentre il vincitore di Indian Wells Taylor Fritz si lascia sorprendere nel secondo parziale da Kukushkin ed è costretto a giocare un terzo set (6-3, 5-7, 6-3 il risultato).

Male Auger-Aliassime e Shapovalov

La testa di serie numero 11 Carlos Alcaraz fa il suo e parte con un successo in Florida. Lo spagnolo costringe alla resa il temibile ungherese Marton Fucsovics: un break al secondo gioco è sufficiente al talentuoso 18enne per ottenere il primo parziale per 6-3; nel secondo l'iberico gioca nel migliore dei modi tutti i punti cruciali, strappa due volte la battuta al suo avversario e si aggiudica il set per 6-2 e l'incontro.

Stefanos Tsitsipas parte bene ma lascia un set per strada per mano dell'americano Wolf. Dopo il vantaggio greco per 6-4, i due si spingono fino al tie-break, nel quale lo statunitense è il più lesto a sfruttare la minima occasione per allungare la partita.

Nel terzo quasi e soltanto break, con la terza testa di serie che supera l'ostacolo dell'esordio (6-1). I due principali colpi di scena sono entrambi canadesi: Felix Auger-Aliassime si schianta dal serbo Kecmanovic, che si rivela ancora una volta bestia nera per gli attuali migliori giocatori al mondo; Denis Shapovalov cede piuttosto nettamente al sudafricano Harris per 6-3, 6-4.