Atp/Wta Miami - Salta anche Pliskova, 'sorride' Bronzetti. Sarà Medvedev-Murray



by   |  LETTURE 2462

Atp/Wta Miami - Salta anche Pliskova, 'sorride' Bronzetti. Sarà Medvedev-Murray

Quasi come se gli astri si fossero congiunti per dare a Lucia Bronzetti ancora una possibilità. Subentrata al posto di Sofia Kenin nel tabellone principale, dopo il successo ai danni di Ajla Tomljanovic (con tanto di match point a sfavore) la tennista azzurra – peraltro unica superstite nel tabellone femminile dopo il passo falso di Jasmine Paolini – pesca Stefanie Voegele invece di Camila Giorgi, costretta a dare forfait in Florida dopo il ritiro a Indian Wells di una dozzina di giorni fa, lascia per strada la miseria di tre game ed entra in rotta di collisione con Anna Kalinskaya e non con Karolina Pliskova, battuta piuttosto nettamente dalla tennista russa, reduce dal setaccio delle qualificazioni, nella parte finale di un day-3 pieno zeppo di sorprese.

Ecatombe di teste di serie: dopo Leylah Fernandez, Emma Raducanu ed Elina Svitolina, saluta il torneo anche la numero uno del seeding Aryna Sabalenka. Tutto piuttosto facile per Irina Begu, che confeziona presumibilmente il successo più prezioso in carriera con un doppio 6-4.

Forfait Berrettini. Sarà Murray-Medvedev al secondo turno

Il forfait di Matteo Berrettini rimescola ovviamente le carte in tavola anche nella parte bassa del tabellone maschile. Nel day-2 la versione ‘vintage’ di Jo-Wilfried Tsonga lotta, ma non riesce a scavallare la difesa di Jordan Thompson, Mikhail Kukushkin supera invece a sorpresa Botis Van de Zandschlup e dopo il setaccio delle qualificazioni si guadagna quanto meno la sfida con il freschissimo campione del ‘1000’ di Indian Wells: Taylor Fritz.

Durano sostanzialmente un set i problemi di Andy Murray contro Federico Delbonis. Anche se in realtà sulla strada direzione tie break il tre volte campione Slam non ha neanche necessità di cancellare palle break.

Emblematico il 7-6(4) 6-1 che matura alla soglia dei novanta minuti di gioco e che vale la super-sfida con il numero uno del gruppo Daniil Medvedev, affrontato solamente a Brisbane nel 2019 con risultati piuttosto modesti.

In campo oggi Fabio Fognini, Lorenzo Sonego e soprattutto Jannik Sinner. Finalista della passata edizione, chiamato al complicatissimo test Emiil Ruusuvuori all'esordio. Photo Credit: Getty Images