Nick Kyrgios sa come farsi perdonare. Bel gesto e pace fatta con il raccattapalle



by   |  LETTURE 3164

Nick Kyrgios sa come farsi perdonare. Bel gesto e pace fatta con il raccattapalle

Nick Kyrgios in questo inizio di stagione sta ritrovando fiducia e continuità sul suo tennis ed il torneo di Indian Wells ne è stata una dimostrazione lampante. Il tennista australiano ha vinto tre partite arrendendosi solo al terzo set ai quarti di finale contro il tennista più in forma del momento: Rafael Nadal.

Il 26enne di Canberra, però, si è reso protagonista di un gesto poco carino. Dopo aver salutato lo spagnolo e il direttore di gara Kyrgios, nell’abbandonare il campo, ha perso la brocca lanciando una racchetta a terra che per poco non colpiva un raccattapalle.

Questo gesto ha portato come conseguenza i fischi da parte del pubblico presente. Già in conferenza stampa, però, resosi conto di ciò che aveva fatto, Nick Kyrgios si era scusato per la sue azioni sottolineando che si era trattato solo di un incidente.

Poche ore dopo il fresco vincitore del doppio agli Australian Open, si è affidato a una stories sul suo account ufficiale Instagram, per chiedere scusa al ragazzo e cercare, grazie all’aiuto dei fan, di rintracciarlo: "Ehi ragazzi, voglio solo scusarmi con quel ragazzo per ciò che è successo alla fine della partita.

È stato completamente un incidente ed ero frustrato alla fine del match. La mia racchetta ha preso un rimbalzo pazzo e non è mai stata mia intenzione. Se qualcuno conosce il raccattapalle, mandatemi un messaggio e gli consegnerò una racchetta.

Sono contento che stia bene"

Kyrgios ha pubblicato la conversazione avuta con il raccattapalle

Nick Kyrgios è riuscito nel suo intento in quanto, successivamente, ha pubblicato uno screenshot della conversazione avuta con il ragazzo in questione, di nome Tei Park:
"Ho fatto un nuovo amico dopo ciò che è successo.

Gli incidenti accadono, ma possiamo fare di tutto per migliorare le cose“ ha chiarito Kyrgios sulla didascalia del post.

Nella chat si legge di come il tennista abbia chiesto al ragazzo se poteva consegnarli una racchetta e di conseguenza se potesse accettare le sue scuse.

Il giovane ball boy ha “perdonato” Kyrgios rispondendo così: “Ciao, grazie per avermi contatto, sto assolutamente bene. Mi piacerebbe avere una racchetta. Ovviamente accetto le tue scuse. Io tornerò in campo domani”.

Kyrgios ha successivamente ribadito che non voleva che la racchetta si avvicinasse a lui e che sarebbe venuto nell'impianto californiano per consegnargli la racchetta. Adesso si attende solo la fatidica foto della consegna tra il campione australiano e il giovane ball boy di Indian Wells.